L’impatto ambientale del tabacco

Giornata di studio promossa dall'ENEA sul tema “Tabacco e Ambiente”

Inserita da il 14 giugno 2012

L’impatto ambientale del tabacco è il tema del convegno organizzato dall’ENEA per un confronto con ricercatori, società scientifiche, industrie e esperti, con la partecipazione dell’ex ministro della Salute Girolamo Sirchia.

Già nel 2010, con una prima giornata di approfondimento sul tema “Tabacco e Ambiente”, l’ENEA mise in evidenza il problema delle cicche di sigaretta come rifiuto ad elevata tossicità, che inquinano l’aria, il suolo, le acque superficiali e il mare con tonnellate di agenti chimici pericolosi.
Questa visione ampliava quella che individuava nel fumo del tabacco solo un rischio per la salute del fumatore.

Gli studi condotti sul fumo di tabacco mettono in evidenza come esso sia il principale fattore di contaminazione indoor, e anche se sono meno significative le ricadute sull’inquinamento ambientale e urbano, mentre contribuisce in modo importante all’incremento delle polveri sottili delle aree urbane.
Le cicche di sigaretta sono pericolose per l’ambiente acquatico e provocano l’inquinamento dei corpi idrici e gravi intossicazioni di pesci e uccelli che per errore ingeriscono i mozziconi.

Il problema dello smaltimento delle cicche sul suolo pubblico è stato illustrato dal Presidente dell’AMA, Piergiorgio Benvenuti, che ha fatto riferimento alla azioni condotte per la città di Roma, evidenziando gli elevati costi che questa opera di smaltimento comporta.
E’ intervenuto inoltre il Presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione, Giacomo Mangiaracina. Due comuni virtuosi, Cremona e Lecce, hanno presentato le loro esperienze riguardo alla tutela dell’ambiente e del decoro urbano con progetti dedicati alla riduzione dell’impatto ambientale delle cicche.

Il problema dei rifiuti è correlato alla loro persistenza nell’ambiente, alla loro quantità, all’eterogeneità dei materiali che li compongono e, non ultimo, all’eventuale presenza di sostanze pericolose.
Il problema deve essere affrontato in maniera sistemica: riduzione della produzione di cicche di sigarette, raccolta differenziata, riciclo dei materiali e recupero energetico.
Per quanto riguarda il recupero energetico, sono state presentate a cura di ENEA-Eko-technology, esperienze di smaltimento e proposte per ricavare energia dalle cicche mediante tecniche a basso impatto ambientale grazie alla pirogassificazione.

 

ENEA