Salerno, grande successo per Botteghe&Mestieri

La kermesse che si è svolta dall'1 al 3 giugno ha dedicato ampi spazi all'artigianato e alle produzioni agro- alimentari

Grande successo per Botteghe&Mestieri che quest’anno ha dedicato gran parte del suo spazio all’artigianato e alle produzioni agro – alimentari di qualità. La kermesse si è svolta in una cornice d’eccezione, il Convento Benedettino di Giungano (Sa) che ha raccolto attività e laboratori regalando un colpo d’occhio sulla Piana del Sele e sul Cilento senza eguali. Tanti gli ospiti e i rappresentanti istituzionali che si sono susseguiti nei tre giorni, dal 1 al 3 giugno, per celebrare gli antichi mestieri.

“Siamo in un territorio a grande vocazione agricola e turistica – sottolinea Mario Andresano, presidente di Casartigiani Salerno – e con l’unione potremmo fare di più per tutte le produzioni di qualità ed i servizi. Ecco perchè ho lanciato l’idea di un marchio d’area del Distretto del patto territoriale Magna Grecia, potrebbe essere il modo giusto per tutelare e sostenere l’economia locale fatta soprattutto di micro – realtà imprenditoriali”.

“Anche la pizza cilentana merita tutela e sostegno” – continua Andresano - “il suo gusto unico ed i prodotti utilizzati per realizzarla hanno bisogno di essere riconociuti con un disciplinare ed una conseguente denominazione”.

Botteghe&Mestieri è stata l’occasione giusta per affiancare alla classica pizza cilentana anche una molto originale dove ad una base di ricotta di bufala è stata aggiunta la scorza dei limoni di Amalfi.

Anche nel cooking show dello chef Raffaele Barra ha trionfato il Cilento. La ciliegina sulla torta di questa edizione di Botteghe&Mestieri è stata una lasagnetta tirata a mano con pomodorini, fagioli di Controne, scarola spontanea e alici di Menaica.

 

Inserita da il 4 giugno 2012