Sindacati e lavoratori in piazza a Napoli il 2 luglio

La manifestazione ha lo scopo di denunciare la grave crisi industriale ed occupazionale che sta colpendo la Regione Campania

La protesta dei sindacati e dei lavoratori non si ferma.“La Campania e la crisi produttiva. Lavoro, equità, legalità” è questo lo slogan dietro al quale, lunedì 2 luglio scenderanno in piazza a Napoli per denunciare la grave crisi industriale ed occupazionale che sta colpendo la regione.

Sarà una giornata di mobilitazione promossa da CGIL, CISL, UIL e UGL per lanciare un grido di allarme in merito alla drammatica situazione in cui versa tutto il territorio campano, a partire dalle troppe vertenze ancora irrisolte, passando per l’emergenza lavoro, fino ad arrivare alla piaga della illegalità e criminalità organizzata che in periodi di crisi trova sempre più terreno fertile.

Il corteo partirà da Piazza Mancini, dove è previsto il concentramento alle ore 16 e attraverserà corso Umberto, piazza Bovio, via Sanfelice fino a raggiungere piazza Matteotti, dove sono in programma i comizi dei Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL e UGL, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni, Luigi Angeletti e Giovanni Centrella.

Per l’occasione è previsto l’arrivo di oltre 300 pullman provenienti dalle cinque province della regione. Saranno allestiti oltre venti punti di ristoro lungo il percorso del corteo, e per i pensionati ci sarà un punto di raccolta presso la stazione a fine manifestazione.

 

 

Inserita da il 30 giugno 2012