Truffa a Cremona: scoperta frode per 100 milioni di euro

Un giro di fatture false ha quadruplicato il fatturato complessivo della società

Inserita da il 12 giugno 2012

Truffa a Cremona: scoperta frode per 100 milioni di euroLa Guardia di Finanza di Cremona ha scoperto una frode all’Iva per circa 100 milioni di euro, e ha sequestrato beni per 41 milioni di euro. Il sistema architettato per la realizzazione della frode è quello delle “frodi-carosello”. Sono state costituite società fittizie, con sede in Milano ed una a San Marino, costituite al solo scopo di interporsi tra gli effettivi fornitori e acquirenti emettendo fatture false.

Dopo pochi anni di operatività queste società, le classiche “cartiere”, venivano poste in liquidazione o trasferite all’estero e sostituite da altre, sempre gestite da prestanome e prive di vere strutture aziendali.

42 persone sono state denunciate all’Autorità giudiziaria per associazione a delinquere. Tra i beni sequestrati ci sono un deposito titoli di quasi 9 milioni di euro, una lussuosa abitazione in Montecarlo del valore di oltre 10 milioni di euro e disponibilità finanziarie su conti monegaschi e sammarinesi per un valore complessivo pari a 1 milione di euro circa.