Il premio Strega ad Alessandro Piperno

Il secondo più votato è Emanuele Trevi con “Qualcosa di scritto”

Inserita da il 6 luglio 2012

Nelle prime ore di questa mattina il verdetto: Alessandro Piperno è il vincitore del Premio Strega 2012.
Con ben 126 voti all’autore di “Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi” è stato assegnato il premio che per primo fu di Ennio Flaiano e che negli anni è stato di Cesare Pavese, Alberto Moravia, Mario Soldati, Dino Buzzati, Elsa Morante, Primo Levi, Umberto Eco, Dacia Maraini e di tanti altri colossi della letteratura italiana.
Tra la rosa dei candidati, scelti dagli “Amici della Domenica”, Emanuele Trevi, autore di “Qualcosa di scritto” che si è classificato al secondo posto per soli 2 voti di scarto. Terzo, con 119 voti, Gianrico Carofoglio con “Il silenzio dell’onda”, seguito da Marcello Fois con “Nel tempo di mezzo”. Quinta classificata con 16 voti Lorenza Ghinelli, autrice de “La colpa”.
Alessandro Piperno è nato a Roma il 25 marzo 1972. Laureato in Letteratura Francese presso l’Università di Roma Tor Vergata, nel 2000 ha pubblicato per FrancoAngeli il saggio critico “Proust antiebreo” sulla figura di Marcel Proust. È redattore della rivista Nuovi Argomenti.
Nel 2005 ha pubblicato per i tipi della Mondadori il suo primo romanzo “Con le peggiori intenzioni”, che in pochi mesi ha raggiunto le duecentomila copie vendute. E sempre con questo romanzo, che si caratterizza per lessico ricercato e uno stile ricco di aggettivi e di avverbi, Piperno raggiunge altri due ambitissimi risultati: vince il premio Viareggio e il premio Campiello opera prima.
Nel 2010 ha pubblicato sempre per la Mondadori Persecuzione, prima parte del dittico intitolato Il fuoco amico dei ricordi. La seconda parte, Inseparabili, è il libro che l’ha portato alla vittoria del Premio Strega.