Lavoro: preoccupati Bersani e Squinzi

Squinzi: "Rischiamo di perdere più generazioni". Bersani insiste sulla disoccupazione

“Con questi numeri, noi rischiamo di perdere una, forse più generazioni”, lo ha detto il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, a margine del convegno nel bolognese per il centenario del Ccc, commentando i gravi dati sulla disoccupazioni giovanili diffusi in mattinata dall’Istat che vedono la percentuale pari al 36,2 %, dato più elevato mai registrato.

Altrettanto preoccupato per la condizione dell’Italia è Pier Luigi Bersani che su Twitter scrive: “L’alternativa al populismo è l’idea di una buona politica che anche in un periodo di problemi sta in mezzo alla gente. Popolare.”

Sulla questione lavoro, invece, il segretario del PD è particolarmente preoccupato per la disoccupazione giovanile che “è un dato che fa paura”. Lo ha detto oggi a Livorno a margine della conferenza programmatica del Pd livornese. “Tutto quello che stiamo discutendo, compresi questi nuovi accordi europei – ha detto ancora Bersani – devono avere un nome e un cognome: qualche spazio in più per dare lavoro, altrimenti noi non risolviamo neanche la questione della finanza pubblica”.

Inserita da il 2 luglio 2012