Sciopero farmacie il 26 luglio

“I tagli previsti dal decreto di spending review sono insopportabili” ha dichiarato il presidente di Federfarma

Inserita da il 10 luglio 2012

Farmacie sul piede di guerra. E’ prevista per il 26 luglio la serrata per protestare contro le misure della spending review. Ad annunciarlo oggi è la presidente di Federfarma, Annarosa Racca. “Bisogna avvertire i cittadini che qui sta saltando il servizio farmaceutico per i cittadini stessi. I nuovi tagli renderanno cioé impossibile la distribuzione dei farmaci ai cittadini al territorio”.

I tagli previsti dal decreto di spending review, ha sottolineato Racca nel corso di una conferenza stampa nella sede di Federfarma, “sono insopportabili e vanno al di là della possibilità che ha una farmacia del servizio sanitario nazionale di rimanere aperta”. “Se la situazione non cambierà, ci saranno altre giornate di protesta da parte delle farmacie, fino alla disdetta della convenzione con il sistema sanitario nazionale”. La conseguenza, ha detto la presidente di Federfarma, “è che la gente potrà rimanere senza i farmaci necessari”.

Intanto è previsto per domani alle 18.00 l’incontro dei presidenti delle Regioni con il presidente del Consiglio, Mario Monti, per discutere del decreto sulla spending review.