Oggi 10 agosto la chiesa festeggia San Lorenzo

Attese per questa notte le stelle cadenti

Inserita da il 10 agosto 2012

Oggi 10 agosto è la festa di San Lorenzo, e mentre la chiesa celebra il santo con riti e funzioni, si attende la notte delle stelle cadenti. Un fenomeno ben più visibile nelle tre notti a seguire il 10 agosto che celebra il martire la cui leggenda vuole sia arso vivo su una graticola. Da lì le sue ‘lacrime’, ovvero le scintille che si levarono dal rogo, ovvero le stelle cadenti. Lorenzo fu uno dei sette diaconi di Roma, dove venne martirizzato nel 258 durante la persecuzione voluta dall’imperatore romano Valeriano nel 257.

È considerato patrono di bibliotecari, cuochi, librai, pasticcieri, vermicellai, pompieri, rosticcieri e lavoratori del vetro. È inoltre il patrono della città di Grosseto e della città di Tivoli, della città di Sant’Agata di Battiati in provincia di Catania, nonché uno dei tre patroni della città di Perugia.

Nel paese di Amaseno, in provincia di Frosinone, si trova l’ampolla del prodigioso sangue di S. Lorenzo martire che ogni 10 agosto si liquefà.

Le condizioni meteo – dicono gli esperti – saranno buone su tutta la penisola così da permettere a tutti quelli con il naso all’insù di poter esprimere un desiderio, anche se, pare che quest’anno il vero picco di scie luminose arriverà con due giorni di ritardo, nella notte tra il 12 e il 13 agosto.