Olimpiadi Londra 2012, azzurro escluso per doping

L'atleta è risultato positivo all'Epo

Choc per gli azzurri a Londra.  Alex Schwazer, 28 anni, è stato escluso dalle Olimpiadi per doping. Il marciatore altoatesino, che sabato avrebbe dovuto difendere il titolo nella 50 km conquistato a Pechino 2008, è risultato positivo all’Epo ad un test anti doping  effettuato il 30 luglio durante i suoi allenamenti ad Oberstdorf, in Germania.

“Volevo essere più forte per questa Olimpiade, ho sbagliato”. Così ha commentato il suo gesto all’Ansa  il giovane Schwazer. “Ho fatto tutto da solo e di testa mia – prosegue nella sua dichiarazione l’atleta azzurro – e dunque mi assumo tutte le responsabilità per quello che è successo”. Poi, la conclusione: “la mia vita nell’atletica è finita oggi”.

Il Coni, si legge in una nota, ha ricevuto nel primo pomeriggio di oggi una notifica di esito avverso per un controllo antidoping disposto precedentemente. Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Petrucci, sentito il capo delegazione, Raffaele Pagnozzi, ne ha quindi disposto l’esclusione immediata dalla squadra olimpica.

Inserita da il 6 agosto 2012