Operazione Sos Green Hill

Legambiente trova una casa a Roma per circa venti beagle dell’allevamento di Montichiari

Roma e Montichiari (Br) unite per salvare i beagle di Green Hill. Le due città sono i poli dove Legambiente sta coordinando e gestendo con la Lav le operazioni di affido temporaneo dei cani. E questa sera a Roma sono attesi presso la sede di Legambiente Nazionale circa venti beagle: cuccioli di un anno o cani adulti che troveranno delle famiglie pronte ad accoglierli e a donargli tanto affetto. Si tratta della terza operazione-beagle su Roma che l’associazione ambientalista ha organizzato nel giro di pochi giorni, dopo quella di venerdì scorso in via salaria 403 e quella del 27 luglio alla stazione Tiburtina. Tutti i cani sono stati assegnati alle persone accuratamente scelte e selezionate tra quelle che hanno effettuato la richiesta via internet sul sito di Legambiente.

E questa sera per altri venti beagle inizierà una nuova vita. Il loro arrivo, difficile stabile l’ora, è previsto a Roma nel piazzale di via salaria 403, dove per l’occasione è stato allestito il villaggio della libertà con diversi punti accoglienza. Qui una squadra di volontari, veterinari ed educatori cinofili si prenderà cura degli animali, incontrerà e darà tutte le informazioni di base alle famiglie che firmeranno il contratto di affidamento temporaneo.

“Il nostro obiettivo – spiega Antonino Morabito, responsabile fauna di Legambiente – è quello di affidare il maggior numero di beagle nel più breve tempo possibile. Nell’allevamento di Green Hill ci sono ancora circa 900 cani in cerca di casa, per questo la task force di Legambiente sta lavorando senza sosta nel chiamare e selezionare le famiglie idonee per l’affido temporaneo dei cani e provvedere all’uscita dei beagle dalla struttura di Montichiari. Fondamentali saranno poi le fasi di post-affido durante le quali Legambiente chiede la collaborazione di tutti: professionisti e cittadini. Ed anche chi non potesse partecipare direttamente, può aiutarci con un piccolo gesto economico nel sostenere le spese per salvare i beagle di Green Hill”.

Il lavoro dei volontari e della task force di Legambiente procede senza sosta anche grazie al prezioso aiuto e alla collaborazione dei veterinari, dall’associazioni Volontari Canile Porta Portese, di quella dei VolontariWork e dell’Associazione Nazionale Alpini che ha donato una tenda refrigerata, installata a Montichiari.

Per affrontare al meglio l’emergenza beagle, l’associazione ambientalista ha inoltre attivato un call-center (0686268330 – 0686268344) e un indirizzo e-mail (sosgreenhill@legambiente.it) a cui i cittadini si possono rivolgere per chiedere le informazioni necessarie.

E per chi volesse aiutare Legambiente in questa battaglia di civiltà, contribuendo al mantenimento dei cuccioli, alle cure veterinarie, alle spese legali sostenute dall’associazione; può fare un versamento alla Banca Popolare Etica, IBAN IT79 P050 1803 2000 0000 0511 440, Intestato a Legambiente Onlus, causale “SOS Green Hill”.

Legambiente

Inserita da il 8 agosto 2012