Home News Cronaca Web, oscurato il sito Stormfront. Incitava al razzismo

Web, oscurato il sito Stormfront. Incitava al razzismo

171
CONDIVIDI

Sono quattro le persone arrestate e diciassette le perquisizioni eseguite su tutto il territorio nazionale, alle prime ore di questa mattina, dalla polizia che sta procedendo ad oscurare anche il forum italiano di “Stormfront”, il sito che esprime posizioni di nazionalismo, supremazia bianca e antisemitismo.

L’accusa è quella di aver costituito un’associazione dedita alla diffusione di idee fondate sulla superiorità della razza bianca, all’odio razziale ed etnico, veicolate attraverso la rete internet.

Le investigazioni hanno consentito, si legge in una nota della Questura, “di acquisire concreti elementi di prova a carico di 21 cittadini italiani, sottoposti ad indagine in ordine ai delitti previsti dalla legge 13 ottobre 1975 n. 654, per essersi associati, accomunati da una vocazione ideologica di estrema destra nazionalsocialista, allo scopo di commettere più delitti di diffusione on line di ideologie fondate sulla superiorità della razza bianca, sull’odio razziale ed etnico e di incitamento a commettere atti di discriminazione e di violenza per motivi razziali ed etnici”.

Il forum in lingua italiana presente sullo spazio web www.stormfront.org era da tempo noto alle Autorità inquirenti, si legge nella nota della Questura, in quanto oggetto di costante monitoraggio, sia in relazione alle segnalazioni pervenute da privati cittadini, anche attraverso il portale del commissariato di polizia online, e da Enti che si occupano del fenomeno razzismo, quale ad esempio, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sia in relazione a specifiche denunce sporte da cittadini in relazione alla pubblicazione on line di contenuti di carattere discriminatorio, razzista, diffamatorio e inneggianti alla violenza razziale.