Home Lifestyle Tv 15 agosto 1992, addio Giorgio Perlasca

15 agosto 1992, addio Giorgio Perlasca

Giorgio Perlasca riuscì a sottrarre allo sterminio nazista migliaia di ungheresi di religione ebraica simulando di essere un Console spagnolo

540
CONDIVIDI
Giorgio Perlasca

Ventisei anni fa, era il 15 agosto 1992, moriva Giorgio Perlasca, l’uomo che, nell’inverno tra il 1944 e il 1945, riuscì da solo a sottrarre allo sterminio nazista migliaia di ungheresi di religione ebraica simulando di essere un Console spagnolo.
Lo ricorda oggi 15 agosto “Il giorno e la Storia” in onda a mezzanotte, e in replica alle 5.30, 08.30, 11.30, 14.00 e alle 20.10 su Rai Storia.
Tornato in Italia dopo la guerra, non racconta a nessuno la sua storia ritenendo d’aver fatto semplicemente il proprio dovere. Grazie ad alcune donne ungheresi, alla fine degli anni Ottanta, la sua vicenda viene alla luce. Il suo nome si trova a Gerusalemme, tra quelli dei “Giusti fra le Nazioni”, e un albero alla sua memoria è piantato sulle colline che circondano il Museo dello Yad Vashem.
A chi gli chiedeva perché lo aveva fatto, rispondeva semplicemente: “ma lei, avendo la possibilità di fare qualcosa, cosa avrebbe fatto vedendo uomini, donne e bambini massacrati senza un motivo se non l’odio e la violenza? – Per saperne di più su questo eroe italiano: www.giorgioperlasca.it