Home Sport Altri sport Dorothea Wierer seconda nella pursuit femminile di biathlon a Nove Mesto

Dorothea Wierer seconda nella pursuit femminile di biathlon a Nove Mesto

Dorothea Wierer mantiene il pettorale giallo di leader di Coppa del mondo di biathlon femminile con 338 punti, 47 in più della slovacca Paulina Fialkova

272
CONDIVIDI

Le splendide performance di Dorothea Wierer, nella Coppa del mondo di biathlon femminile, continuano: nell’inseguimento di Nove Mesto (Repubblica Ceca) è seconda dietro la norvegese Marte Olsbu Roeiseland che bissa il successo ottenuto nella sprint di ieri; unico rammarico è legato all’ultimo poligono, quando Dorothea Wierer arriva al comando, frutto del 100% al tiro che le ha permesso di rimontare in brevissimo tempo dalla nona posizione di partenza alla prima.
Una folata di vento le fa sbagliare il primo colpo, a quel punto arrivano siano la Roeiseland che la svedese Oegberg: Dorothea è costretta ad aspettare che le condizioni tornano ideali prima di sparare e a quel punto, come le capita spesso, lo fa bene e rapidamente. Nell’ultimo giro resta in scia alla Roeiseland dall’inizio alla fine, sul rettilineo finale dà l’impressione di poter effettuare il sorpasso, ma la norvegese resiste e nel finale è avanti per appena due decimi dopo una volata spettacolare, nella quale stava per inserirsi anche la Oebgerg, terza a 5″6 dopo aver mollato sull’ultima salita.

Per Dorothea Wierer arriva così il quinto podio stagionale (sette considerando anche le staffette) e il numero 26 in carriera: vincendo sarebbe entrata nella storia come la prima atleta (maschi compresi) a vincere una Pursuit, ma continuando così anche questo tabù sarà sfatato.
Del resto Dorothea Wierer è nettamente in testa alla classifica generale con 338 punti contro i 291 punti di Paulina Fialkova, oggi soltanto diciassettesima a causa dei sei errori al poligono.

Dorothea Wierer“Oggi mi sono divertita, anche se lo sprint finale ha confermato che giocarmi la vittoria quando arriviamo in due al traguardo non è proprio la mia specialità. Peccato per quei venti secondi che ho aspettato al poligono nell’ultima serie, ma il vento era veramente forte e ho preferito prendermi un po’ di tempo per essere sicura di sparare bene. Il pettorale giallo comincia a piacermi, ma non sappiamo ovviamente fino a quando potrà durare, finché ce l’ho, me lo tengo stretto. La Mass Start sarà un’altra bella gara, sarà importante come sempre sparare bene al poligono, mi auguro che non ci sia un vento troppo forte, altrimenti potrebbe venire fuori una gara pazza”.

Al terzo posto della graduatoria a quota 268 punti c’è Lisa Vittozzi, che a Nove Mesto arriva quarta per la terza volta in questa stagione. La soddisfazione, in questa circostanza, è superiore ai rimpianti per tanti motivi: innanzitutto la capacità di battere in volata una big coma Laura Dalhmeier e il sorpasso alla Makarainen in Coppa del mondo, inoltre va detto che il terzo posto era lontano 45 secondi e poi l’atleta di Sappada partiva dal 18esimo posto ottenuto nella sprint ed era scivolata in 20esima posizione dopo la prima serie per un errore immediato, anche questo causato da un’improvvisa folata di vento. Insomma, una gara in rimonta che proietta l’azzurra nella top 3 del biathlon mondiale, anche se il podio in questa stagione non è ancora arrivato.

Ordine d’arrivo Pursuit femminile
Coppa del Mondo di biathlon
Nove Mesto, 22 dicembre 2018

1 ROEISELAND Marte Olsbu NOR 2 29:53.5
2 WIERER Dorothea ITA 1 +0.2 
3 OEBERG Hanna SWE 1 +4.7
4 VITTOZZI Lisa ITA 1 +53.9
5 DAHLMEIER Laura GER 2 +54.2
6 HINZ Vanessa GER 0 +55.8
7 SEMERENKO Valj UKR 1 +1:03.3
8 CHEVALIER Anais FRA 2 +1:13.5
9 KUZMINA Anastasiya SVK 6 +1:32.5
10 HAECKI Lena SUI 5 +1:36.5

30 SANFILIPPO Federica ITA 4 +2:37.6