Home Lifestyle Cinema Ricatto d’amore

Ricatto d’amore

Sandra Bullock e Ryan Reynolds nell’ultima commedia diretta da Anne Fletcher: Ricatto d’amore (The proposal)

288
CONDIVIDI

Nella vita tutto ha un prezzo. In Ricatto d’amore (The proposal), film diretto da Anne Fletcher – già coreografa e produttrice di successo, suoi “Step Up” e “27 volte in bianco” -, lo scotto da pagare per il talentuoso Andrew (Ryan Reynolds) è, niente di meno, sposare il suo capo ovvero la perfida Margaret (Sandra Bullock), rinomata editor newyorkese.

Meglio conosciuta come “Signora Satana”, Margaret costringe il povero Andrew ad esserle complice in uno “sporco lavoro”, sposarla nel giro di una settimana. D’altronde, chi meglio di un assistente tuttofare per aggirare gli agenti dell’immigrazione?
Già, perchè le nozze riparatrici sono l’unica soluzione che Margaret possiede per mantenere il suo posto da editor e non essere rimpatriata nella natia Canada – causa il visto scaduto -, nonché la possibilità per Andrew di fare il salto di carriera tanto agognato.
Peccato che i due si odino. Lui costretto a farle da schiavo durante e fuori orario di lavoro, lei insensibile e crudele, è allergica tanto ai pinoli quanto ai sentimenti umani.
Eppure la bisbetica verrà domata. Galeotto sarà il viaggio (obbligato) in Alaska per conoscere la famiglia di Andrew che, tra sentimentalismi d’altri tempi e gag irresistibili – una su tutte, la scena di nudo spassosa al punto da far passare in secondo piano tanto la bellezza della Bullock quanto il physique du rôle di Mr. Reynolds -, la farà sentire di nuovo a casa.  Ma il teatrino amoroso rischia di diventare una prigione quando vanno di scena i sentimenti veri.

Con un’irresistibile Sandra Bullock, stile Meryl Streep de “Il diavolo veste Prada”, “Ricatto d’amore” si eleva dalla categoria delle commediette americane offrendo un perfetto mix di attori intonati e dialoghi magistralmente scritti da Peter Chiarelli.
Una “proposta” cinematografica che negli Usa ha incassato 34 milioni di dollari solo nella prima settimana di programmazione.