Home Varie Eventi Festa al Castello Sforzesco

Festa al Castello Sforzesco

254
CONDIVIDI

L’assessorato alla Cultura del Comune di Milano, il cui ruolo rappresentativo espleta Massimiliano Finazzer Flory, ha promosso per il giorno 15 novembre una giornata di festa con ingresso gratuito presso il Castello Sforzesco, dal titolo “Alla scoperta del Castello Sforzesco tra passato e futuro”.
Il Castello Sforzesco è uno dei principali simboli di Milano e della sua storia. Costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione nota come “Castello di Porta Giovia”, il complesso è al centro di un fossato, racchiuso da mura rinascimentali e poi ampliato nella parte posteriore. L’espansione verso la campagna era detta Ghirlanda, poi abbattuta, ed era collegata al castello da un barbacane, ancora oggi visibile ma in rovina.
Fra il ‘500 ed il ‘600 era una delle principali cittadelle militari d’Europa.
La cerimonia, con inizio alle ore 10,00, si potrà avvalere di due percorsi, uno rinascimentale, con figuranti e sbandieratori che avranno il compito, con musica e danze, di rinnovare l’antica magia del maniero, l’altro più laborioso, legato ad attività didattiche, conferenze e visite guidate.
Giochi di gruppo sono stati organizzati per i bambini: avranno postazioni Lego e aree giochi a loro disposizione e potranno su di un fondale, costruire ciò che desiderano, come un paesaggio reale.
Dalle 10,00 alle 16,30 i musei del Castello saranno aperti al pubblico gratuitamente e si potranno visitare i sotterranei, le merlate ed i cortili.
La città, grazie a questa iniziativa, potrà rivivere la storia per rinnovarne passato e presente.
La sua parte fatata fatta di simboli, cavalli e stemmi e l’altra più conoscitiva composta dallo studio e l’approfondimento di alcuni capolavori quali la Pietà Rondinini e gli Arazzi Trivulzio.
La pinacoteca del Castello conserva una ricchissima collezione di dipinti tra cui troviamo le opere di Antonello da Messina, Mantenga, Cataletto Tiepolo, …
Si potranno ammirare le opere del Museo della preistoria, del Museo egizio e quelle del Museo degli strumenti musicali.
Il programma che è in via di definizione prevede e qui di seguito evidenzia, in successione, a partire dalle 10,00 il corteo inaugurale degli Sbandieratori di Volterra da Piazza Mercanti a Piazza Castello, il loro ingresso nel Cortile delle Armi e la cerimonia ufficiale di avvio della festa.
Dopo le danze e i giochi, nella sala Weil Weiss ci sarà un intervento di David Chipperfield. A seguire, nel Cortile delle Armi la sfilata della banda e l’accoglienza della Batteria a Cavallo del reggimento artiglieri con le sue esibizioni. Chiuderanno, infine, la cerimonia il gruppo “Le Rossignol”, con balli e la presenza di mangiafuoco e giocolieri.
Ci si attende una folta schiera di presenze che possano avvalorare l’impegno profuso nell’iniziativa e consentano di poter dare lustro sempre maggiore a siti storici di per sé già prestigiosi.