Home Sport Calcio Napoli, presentato ufficialmente il nuovo ct Mazzarri

Napoli, presentato ufficialmente il nuovo ct Mazzarri

Per Aurelio De Laurentiis il ct livornese “è la scelta più giusta per il Napoli”

231
CONDIVIDI

E’ stato presentato oggi ufficialmente il nuovo commissario tecnico  della squadra partenopea.

Già da qualche giorno sul sito web della Scc Napoli era apparsa la notizia dell’ esonero di Donadoni e l’ingaggio del nuovo ct Walter Mazzarri. Con una nota, infatti, la società calcistica aveva comunicato di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra Roberto Donadoni, ringraziandolo “per il lavoro svolto in questi mesi” e “formulandogli un sincero augurio per il prosieguo della carriera“.

Nel presentare alla stampa il nuovo allenatore, il presidente De Laurentiis ha parlato di una scelta che lui stesso avrebbe meditato già dall’esonero di Edy Reja.

Per De Laurentiis, infatti, “è la scelta più ponderata, desiderata, voluta e giusta per il Napoli in questo momento, anzi siamo in ritardo di un anno e mezzo. Ho sempre avuto nella mia testa Mazzarri.”

Altrettanto entusiasta è apparso il nuovo commissario tecnico del club azzurro che ha esordito nel migliore dei modi: “Chi mi conosce- ha detto Mazzarri– sa che non sono in grado di fare sviolinate, ma per me il Napoli è un punto d’arrivo, è paragonabile alle squadre che vanno per la maggiore. Conosco il calore della città e della tifoseria, da questo punto di vista è il top, anche come stimoli e pressione mediatica. Non si può esitare ad accettare un’occasione così”.

Entrando poi nel vivo del discorso e riferendosi ai moduli da adottare sul campo, Mazzarri ha tenuto a sottolineare che “un allenatore per dimostrare serietà e professionalità deve saggiare la squadra personalmente.”

Da eccellente professionista ha voluto precisare: “ho un’idea generale per aver visto il Napoli in tv, ma ho bisogno di interagire con i giocatori tutti i giorni per capire cosa fare e quali indicazioni dare alla società”. E, continuando: “Questa è probabilmente la rosa più dotata tecnicamente che ho allenato. Nella mia carriera ho dimostrato che posso insegnare ogni tipo di modulo ma il calcio non è numeri. L’importante sono i giocatori, l’anima, il ritmo in cui si fanno le cose, i movimenti. Sulla carta non ho mai avuto una rosa così competitiva. Ma i valori a tavolino non contano nulla. Dovremo creare un gruppo pieno di valori e di entusiasmo”.

Nel corso della presentazione ufficiale il presidente partenopeo ha reso noto anche il nome del nuovo direttore sportivo che sarà Riccardo Bigon, figlio di Albertino Bigon, ex allenatore del Napoli dello scudetto targato 1990.