Home Lifestyle Cinema E’ complicato

E’ complicato

532
CONDIVIDI

Il triangolo no, non l’aveva davvero considerato Maryl Streep alla veneranda età di 60 anni. Eppure in È complicato, diretto da Nancy Meyers, la Streep veste i panni di Jane – tre figli, un divorzio, la passione per la cucina – ed è contesa da due uomini, Adam (Steve Martin) e Jake (Alec Baldwin).
Il primo è l’architetto che realizzerà la “casa dei sogni” di Jane, ovvero quella che meglio si adatta alla sua attuale condizione di donna single: camera da letto di dimensioni ridotte, cucina extra large, bagno minimal (un solo lavabo per non rievocare vecchi ricordi di “coppia”).
Il secondo, invece, è l’ex marito: furbetto, affascinante e dal tradimento facile.
Jane trova il riscatto personale nel successo lavorativo: gestisce infatti una panetteria-ristorante a Santa Barbara (“Julie & Julia” docet).
Proprio quando la bella Jane (una Streep raggiante) pensa d’aver superato il peggio tanto da sentirsi una sorta di “surviver” – l’ex marito si è risposato con una bellissima donna molto più giovane di lei, il che non fa bene al morale – proprio Jake ritorna all’ovile.
Ed è subito caos.
Sì perché, tra un progetto e l’altro, anche il gentile architetto Adam si innamora della graziosa Jane; quest’ultima invece finisce per cedere all’ex marito divenendone l’amante e dando così vita ad un insolito triangolo amoroso.

Con una serie di gag davvero irresistibili (la Streep in coppia con Baldwin fa scintille sul set) Nancy Meyers (“What Women Want”, “L’amore non va in vacanza”) non smentisce la sua vocazione alla commedia sentimentale ed anche Meryl Streep fa ormai sua la nuova veste di “femme fatale over 50″ – già “Mamma Mia!” aveva tracciato la strada – dimostrando di essere uno dei talenti più versatili del cinema.

“È complicato” sarà nelle sale italiane a partire dal 19 marzo.