Home Viaggi Italia Itinerari in Val Padana. Bresaola, vino, mais, storione e… non solo

Itinerari in Val Padana. Bresaola, vino, mais, storione e… non solo

Dal progetto Assaggi e Paesaggi in Val Padana, teso alla scoperta infinita del paesaggio e delle usanze gastronomiche locali, ne è nato un libro-itinerario

266
CONDIVIDI

Al centro del progetto una rassegna gastronomica dei prodotti e dei sapori del Parco del Ticino dal nome del fiume che lo attraversa e che già da tempo è divenuta area protetta e patrimonio dell’Unesco col nome di “Riserva della Biosfera”.
Il progetto Assaggi e Paesaggi ha coinvolto da una parte la regione Lombardia, dall’altra il Parco del Ticino e attività come ristoranti e agriturismi che hanno prestato il loro contributo per apparire pubblicizzati e per dare una loro pagella menù.
Le sezioni danno ampio spazio alla carrellata di sapori dominati dalle carni: troviamo la bresaola al naturale, la coppa ai profumi del Ticino, il fiocco di prosciutto ai profumi del Ticino, il lardmix e tanti altri prodotti di natura suina e bovina.
La “degustazione”, però, non si conclude qui. La Val Padana offre alcune tra le migliori qualità di riso al mondo, quali il Carnaroli, l’Arborio, il Roma: tutte qualità note per la capacità di tenere la cottura e per essere molto saporite vantando anche un apporto vitaminico considerevole che agisce positivamente sul sistema nervoso.
Il prezioso patrimonio gastronomico si avvale anche di qualità diverse di derivati del latte come i formaggi quali la caciotta lombarda, la crescenza, il formaggio paesano, la ricotta e lo zingherlino, riconoscibile per la crosta scura e la pasta interna morbida.
La rassegna si conclude coi prodotti derivati dai cereali, come la farina integrale di mais, i frollini di mais scagliolo o di orzo mondo, che si sposano perfettamente con il miele, altro prodotto principe della zona, in tante varianti come il millefiori, al bosco, al rovo, al tiglio, al castagno.
Da non dimenticare, infine, i prodotti ittici, riconosciuti a livello nazionale e non solo, quali la trota e lo storione, il più gustoso tra i pesci d’acqua dolce, e il caviale oscietra che si caratterizza per l’aroma alla nocciola.
La Val Padana offre anche itinerari fascinosi e pieni di storia come il Sentiero delle Meraviglie Nascoste, sito a Oriano Ticino, piccolo borgo nel quale s’incontrano radure, sorgenti, e scorci infiniti.
La storia si sposta a Morimondo, altro comune della valle noto per la sua incantevole abbazia, arrivando, infine, alla piccola Bereguardo che affascina per il suo ponte costruito interamente con prue di vecchie barche.