Home Varie Polizia di Stato e Vodafone Italia uniti nella lotta ai crimini informatici

Polizia di Stato e Vodafone Italia uniti nella lotta ai crimini informatici

Un protocollo, siglato dal Prefetto Manganelli e dall’Amministratore Delegato della Vodafone, mira a garantire la sicurezza della rete

350
CONDIVIDI

Un accordo finalizzato a contrastare il crimine informatico e a garantire la sicurezza nel sistema delle comunicazioni è stato siglato oggi, a Roma, dal Capo della Polizia Antonio Manganelli e dall’Amministratore Delegato della Vodafone Italia Paolo Bertoluzzo.

Un’intesa, quella stipulata tra il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e l’azienda di telefonia mobile, che punta alla protezione dei sistemi informativi che gestiscono l’infrastruttura tecnologica di comunicazione. La Polizia Postale e Vodafone Italia lavoreranno in sinergia per sviluppare un piano di condivisione delle informazioni, nell’intento di prevenire e contrastare eventuali minacce alle infrastrutture informatiche critiche per le comunicazioni e per la sicurezza del Paese.

Alla firma del Protocollo erano presenti anche il Prefetto Oscar Fioriolli, Direttore Centrale dei Servizi di Specialità della Polizia di Stato, il dr. Domenico Vulpiani, in qualità di Consigliere Ministeriale con delega alla Sicurezza Informatica, ed il dr. Antonio Abruzzese, Direttore del Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni, da cui dipende il “Centro Nazionale Anticrimine Informatico”, l’Ufficio che materialmente lavorerà a stretto contatto con i tecnici di Vodafone Italia.

“L’accordo siglato oggi rappresenta il rafforzamento della collaborazione e del dialogo tra la Pubblica Sicurezza e Vodafone per garantire una sicurezza della rete adeguata alla rapida evoluzione dei sistemi e dei contenuti che su questa rete transitano ed alle nuove potenziali minacce informatiche” dichiara, attraverso una nota ufficiale, la Vodafone Italia.

“Il Protocollo – continua la nota – prevede l’individuazione dei servizi telematici critici di Vodafone e i sistemi di trasferimento delle informazioni in modo rapido e sicuro. Per utilizzare al meglio il sistema di segnalazione delle minacce informatiche saranno realizzate attività formative congiunte tra la Polizia di Stato e Vodafone Italia”.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nell’illustrare la complessa tematica della protezione delle infrastrutture critiche informatizzate, ha annunciato che a breve stipulerà nuovi accordi bilaterali, simili a quello siglato oggi, con aziende ed enti istituzionali che gestiscono tali infrastrutture, anche nei settori dell’energia, della finanza, della sicurezza, della salute, dell’ambiente, della difesa e della giustizia.