Home Auto Fiat 500, un’italiana sempre più yankee

Fiat 500, un’italiana sempre più yankee

290
CONDIVIDI

Assemblaggio negli stabilimenti di Toluca (Messico) e motore 1.4 MultiAir da 100 cavalli costruito al Global Engine Manufacturing Alliance in Michingan.
La nuova Fiat 500 destinata al mercato americano sembra sempre meno legata all’Italia. Motivo di questa scelta si spiega nel voler, da parte di Chrysler, portare a pieno regime le fabbriche già esistenti, concentrando l’occupazione ed evitando in questo modo inutili sprechi di risorse.
Dal canto suo, Fiat, ha speso per questa operazione ben 179 milioni di dollari mentre Chrysler metterà a disposizione della Casa torinese la propria esperienza in materia di fuoristrada.
Inoltre la piccola della Casa del Lingotto, che sarà venduta negli States, Canada, Messico e Sud America, secondo alcune voci, avrà il cambio automatico e non il Dualogic. Decisione dettata probabilmente dal voler accontentare la clientela americana, abituata ad una guida no stress.