Home Costume e società Roma, preservativi nelle scuole ed è subito polemica

Roma, preservativi nelle scuole ed è subito polemica

323
CONDIVIDI

Fare sesso protetto! Un accorgimento che i giovani, e non solo, dovrebbero seguire ma purtroppo non sempre è così. Per un’educazione sessuale (e civile) che parta dalle basi, arrivano i distributori di condom nelle scuole. Una novità accolta con favore dagli insegnanti del liceo scientifico Keplero, il primo liceo di Roma ad attuare la mozione votata nel mese di giugno dalla Provincia.

I prezzi dei preservativi sono quelli di fabbrica: solo 2 euro per tre pezzi e, inoltre, saranno disponibili anche assorbenti. Un ottimo segnale dato ai ragazzi che spesso un po’ per vergogna e un po’ per il costo eccessivo evitano di entrare in farmacia per acquistarli esponendosi al rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Tutto nella normalità e nel pieno rispetto di tutti. Un’iniziativa che punta ad educare i giovani e a combattere la diffusione dell’Aids. “Abbiamo accolto l’invito della Provincia ad installare distributori di profilattici per prevenire malattie sessualmente trasmissibili – dichiara Luigi Barbaro, professore del Keplero – Ne abbiamo parlato un mese fa in consiglio d’istituto e abbiamo approvato il progetto all’unanimità. Resistenze? No, nessuna”.

Un vero successo dunque. Eppure qualcosa non va e sono nate le prime polemiche. Il Vaticano, infatti, condanna il progetto della Provincia di Roma e il cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per la diocesi di Roma, ha espresso “viva preoccupazione per le banalizzazioni della sessualità” e si è detto fermamente contrario a simili scorciatoie nell’educazione dei giovani. Alberto Belloni, rappresentante degli studenti, si è dichiarato entusiasta di questa iniziativa in quanto è “un modo per uscire dagli schemi tradizionali e affrontare realmente il problema dei giovani”.

Oltre ai distributori, il progetto comprende anche un seminario di formazione e informazione organizzato dalla Lega italiana per la lotta all’Aids sulla prevenzione da contagio dell’Hiv: personale qualificato spiegherà agli studenti come prendere le opportune precauzioni contro la malattia e fare sesso sicuro.