Home News Economia & Finanza Selezionare e sensibilizzare al risparmio

Selezionare e sensibilizzare al risparmio

535
CONDIVIDI

E’ stato presentato questa mattina a Mestre, in una conferenza stampa, il programma di educazione al risparmio dedicato alle famiglie composte da coppie sposate, conviventi o composte da un solo genitore, con un reddito tra i cinque e i diciassettemila euro.
Sono intervenuti il vicesindaco della città lagunare e assessore alle politiche sociali, Sandro Simionato, Luigi Gislon, direttore, Michele Testolina dell’Osservatorio delle Politiche del Welfare ed il funzionario di Banca Etica, Rodolfo Rocco.
“Raddoppia il risparmio” è l’enfatico nome di questo significativo progetto che permetterà a trenta famiglie residenti, che verranno ammesse al bando, di poter ricevere un contributo nel corso di dodici o quindici mesi, fino ad un massimo di millecinquecento euro, previo preventivo specifico di spesa riconducibile a spese per la casa riferite a nuclei familiari con bambini o ragazzi da zero a vent’anni, spese sanitarie e spese per l’istruzione ed educazione bambini/ragazzi da zero a vent’anni, e spese per la crescita di bambini da zero a tre anni.
Per acquisire il contributo bisognerà partecipare ad un corso obbligatorio per la formazione al risparmio gestito da Banca Etica, che coadiuvata dal Comune nel progetto, attesterà i risparmi mensili delle famiglie, le quali saranno tenute ad aprire un conto corrente in questo istituto di credito per tutta la durata dell’impresa, senza l’onere di spese bancarie o fiscali.
Un esempio su tutti. Una famiglia che vuole acquistare una caldaia del valore di tremila euro; se nel corso dell’anno sarà riuscita a risparmiare sulle spese millecinquecento euro, l’altra metà verrà erogata come contributo dal Comune.
Simionato, ha dato risalto al progetto specificando che darà una mano all’educazione al risparmio, dando consapevolezza alle famiglie di come investire o spendere per migliorare il proprio stile di vita. L’assessore ha anche appuntato che questo piano di lavoro, prima esperienza pilota di un grande Comune (se si eccettua l’esperimento effettuato a Torino, ma nelle sue province), fa diminuire il rischio di progressivo indebitamento per coloro che si trovano in difficoltà lavorative.
Il Comune di Venezia da tempo aveva sostenuto, grazie ad un pacchetto di interventi di welfare, una sua presenza per rendere meno vulnerabili i nuclei familiari più deboli. La collaborazione con Banca Etica è stata essenziale, perché la collaborazione ha reso fattiva l’iniziativa proposta.
Per poter partecipare si può recuperare la domanda sul sito del Comune o grazie agli Urp. Per prendere parte a “Raddoppia il risparmio”, la richiesta dovrà essere presentata entro venerdì 28 maggio e si potrà telefonare allo 041/2749681 per informazioni circa il bando, i criteri di assegnazione del punteggio e sull’ammissibilità al concorso.