Home Arte A Roma l’arte strappata ai predatori

A Roma l’arte strappata ai predatori

389
CONDIVIDI

Da domani le sale del Vittoriano a Roma ospiteranno la mostra “L’arte ritrovata”. Saranno esposte numerose opere recuperate dalla Guardia di Finanza ai predatori d’arte e collezionisti. In rassegna piccoli e grandi capolavori: busti, ritratti, corredi funerari e oggetti d’uso comune risalenti ad un arco di tempo che copre 8 – 9 secoli, dal VII secolo a.C. al II d.C. Naturalmente la maggior parte delle opere provengono dalle tombe che risultano essere le più colpite da scavi clandestini, furti e traffici. Potranno essere ammirate, in alcuni casi, anche opere inedite, “vittime” del traffico illegale di opere d’arte, un fenomeno, che come riferirebbe la Guardia di Finanza, sarebbe addirittura in ascesa. Non solo i casi di opere sottratte indebitamente aumentano, ma il fenomeno va assumendo connotati internazionali e di allarmanti dimensioni. “Dal sepolcro al museo, storie di saccheggi e recuperi” è ad ingresso gratuito. Si potrà visitare tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00 (nel week end fino alle 19.30), sino al 12 settembre.

CONDIVIDI