Home News Barcellona: travolti da treno ad alta velocità, morti 12 ragazzi

Barcellona: travolti da treno ad alta velocità, morti 12 ragazzi

581
CONDIVIDI

È finita a pochi passi dalla banchina di attraversamento ferroviario la vita di 12 ragazzi – di età compresa tra i 16 e i 26 anni – travolti da un treno ad alta velocità, nei pressi della stazione di Castelldefels Platja, non lontano da Barcellona. Una tragedia che si poteva evitare dicono ora le autorità. Distrazione, negligenza o semplice ingenuità da parte delle vittime? Per il momento non è possibile fornire risposte. Ma, a testimonianza di una notte d’inferno rimangono impressi sui binari della stazione i segni del tremendo impatto con il convoglio ferroviario, proveniente da Alicante e diretto a Barcellona. A raccontare il dramma, gli amici sopravvissuti delle vittime che non si danno pace e non osano distogliere gli occhi dal luogo dell’incidente. Una scena che non potranno più dimenticare: i corpi straziati dei loro amici, le urla, il suono delle ambulanze e i primi soccorsi. Racconta un soccorritore giunto per primo sul posto: “ ci sono corpi ridotti letteralmente in pezzi. Il treno li ha investiti mentre andava a tutta velocità. Membra umane sono sparse dappertutto”. Le lancette dell’orologio segnavano le 23.30. Un gruppo di trenta persone, soprattutto giovani, si era dato appuntamento mercoledì notte per raggiungere la spiaggia spagnola e festeggiare così la notte di San Giovanni. Una volta giunto in stazione, il gruppo ha optato per l’attraversamento sui binari. Non c’era da perdere tempo passando per il sottopassaggio intasato di gente, e il cavalcavia che attraversa la linea ferroviaria, in quel momento era chiuso ai pedoni. L’unica soluzione? Superare i binari e arrivare sull’altro lato della banchina. Purtroppo, nessuno poteva immaginare che di lì a qualche minuto una nottata di festa e baldorie potesse trasformarsi in una delle più gravi tragedie ferroviarie degli ultimi trent’anni, in Spagna. Un treno ad alta velocità transitava in quel momento sul binario opposto. Era partito dalla stazione di Alicante ed era diretto a Barcellona. A bordo c’erano numerosi passeggeri, nessuno dei quali però ha riportato ferite in seguito al violento impatto. Nel gruppo di trenta persone, oltre ai 12 giovani uccisi si contano anche 15 feriti, alcuni dei quali in modo grave. Le autorità spagnole stanno facendo chiarezza sulla dinamica dell’incidente. Ma qualche testimone della strage comincia ad avanzare delle accuse: “il sottopassaggio in realtà era chiuso e nessuno in stazione ha annunciato l’arrivo del treno”. Ma il sindaco della città – Joau Sau – ribatte alle accuse, all’indomani della strage ferroviaria, dichiarando che: “il sottopassaggio non era chiuso, e che l’incidente è stato provocato da un’imprudenza”. Spetta alle autorità l’onere di stabilire eventuali responsabilità.

CONDIVIDI