Home Costume e società I siti internet pro Ana e pro Mia: insidia costante per i...

I siti internet pro Ana e pro Mia: insidia costante per i giovani

395
CONDIVIDI

Danno consigli su come eliminare il cibo mangiato, suggeriscono farmaci lassativi e diuretici, esortano alla resistenza alla fame e eleggono la magrezza estrema come modello estetico perfetto. Questi sono i messaggi lanciati dai siti pro Anoressia e Bulimia che oggi sembrano dilagare sul web. Un’indagine condotta da Rebecka Peebles presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora e pubblicata sull’American Journal of Public Health lancia l’allarme sul rischio per la salute che questi siti generano. Dei 180 portali analizzati, l’84% è pro Ana e il 64% pro Mia, ma il dato più sconcertante è l’esistenza di applicazioni interattive, come quella per il controllo delle calorie assunte, che essi mettono a disposizione.  Inoltre, l’83% di questi dà consigli su come dimagrire sempre di più nascondendo ai familiari i risultati. Dallo studio effettuato, uno dei più importanti mai realizzati sul tema, emerge che la diffusione di questi messaggi sul web favorisce una maggiore insoddisfazione verso il proprio corpo nei giovani. Unica nota positiva evidenziata dalla ricerca è che nella maggior parte dei casi gli autori – gestori dei portali confessano di avere un disturbo e circa un terzo dei siti dà anche consigli su come uscire dal tunnel dell’anoressia .