Home News Auto Attualità La De Tomaso è pronta a risorgere

La De Tomaso è pronta a risorgere

369
CONDIVIDI

Era il 1959 quando il pilota argentino Alejandro De Tomaso fondò, a Modena, un’azienda automobilistica che portava il suo nome. La De Tomaso si concentrava soprattutto su vetture sportive, inclusi prototipi da corsa, e auto di lusso in genere. Nel 2004 la società visse un periodo di crisi. Fino al 2009, anno in cui il marchio fu acquistato dall’imprenditore torinese Gian Mario Rossignolo che ne è divenuto presidente. E proprio da quest’ultimo sembra arrivare l’ipotesi di far rinascere entro breve il marchio De Tomaso e di utilizzare per la produzione delle vetture, lo stabilimento siciliano di Termini Imerese che sarà chiuso dalla Fiat entro fine del prossimo anno. L’auto che l’imprenditore vorrebbe mettere in cantiere dovrebbe essere una concorrente della Mini. Un’utilitaria di lusso quindi. Parlando di rivale della Mini, i ricordi non possono non andare agli anni ’70, quando Alejandro De Tomaso acquisì la Innocenti e fece uscire sul mercato una versione speciale della Mini, chiamata Mini De Tomaso. Meccanicamente identica alla Mini, aveva diverse cilindrate e riscosse molto successo tra i giovani. L’obiettivo che si pone l’attuale presidente è ripetere quel successo e portare avanti una produzione di tutto rispetto consistente in utilitarie di lusso e suv di dimensione media. Chissà che questa idea non possa far decollare ulteriormente il Made in Italy e fare davvero concorrenza al marchio Mini.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

Comments are closed.