Home Sport Altri sport Regata Storica 2010

Regata Storica 2010

297
CONDIVIDI

Il programma di quest’anno legato alla regata storica di Venezia ha come obiettivo la spettacolarizzazione dell’evento per chi seguirà lo spettacolo. La Rai ha investito notevoli mezzi nella trasmissione in diretta che verrà diffusa sul secondo canale, con un tempo più lungo d’estensione.
Il Sindaco Orsoni ha presentato l’edizione di domenica cinque settembre in una conferenza stampa, tenuta a Cà Farsetti, a cui hanno partecipato gli assessori provinciali e comunali al Turismo, Roberto Panciera e Giorgio Andreuzza ed il Presidente Venezia Marketing ed Eventi, Piero Rosa Salva.
Questa festa molto sentita e tradizionale, è il fiore all’occhiello della città, da valorizzare al massimo delle potenzialità.
Dopo il corteo storico alle sedici, ci saranno quattro sfide: i giovanissimi alle sedici e cinquanta, le donne alle diciassette e dieci, le carline alle diciassette e quaranta ed i campioni alle diciotto e dieci.
Possono partecipare anche atleti di altri continenti, a testimonianza che si tratta di un vero campionato mondiale della voga veneta.
Sono state eliminate gare di contorno, limitando la gara a quella Junior per i ragazzi fino a dodici anni e quella senior per ragazzi sino a quattordici anni.
La regata passa oltre i confini di Venezia e coinvolge non  solo la provincia, ma l’intera regione. Ci sarà un’importante anteprima rappresentata dalla benedizione dei gondolini alle ore diciotto di domani, due settembre, al Campo della salute, a cui si è invitato anche i partecipanti degli equipaggi delle altre gare.
In più quest’anno, dopo novecento anni di predominio maschile, c’è stata la prima donna ad aver superato l’esame di sostituto gondoliere a Venezia.
Si sono congratulati con Giorgia Boscolo, colei che ha rotto la visione maschilista legata a questo mestiere, anche il Sindaco Giorgio Orsoni ed il vice sindaco Simionato, che ha manifestato la convinzione che altre donne in futuro valorizzeranno la professione del remo, con la loro presenza, rendendo più concreta la parità tra i sessi anche in questo lavoro.
L’innovazione è stata ben accetta, anche perché Giorgia è erede di una lunga tradizione familiare del remo.
L’amore per la voga ed il desiderio di essere tra i canali, hanno permesso a questa signora della gondola, di superare l’esame pratico, quello più arduo, con ottimi risultati, così come evidenziato dal direttore dell’Istituzione Manuele Medoro, che ha augurato un futuro proficuo alla Boscolo.