Home News Cronaca Michele Misseri: E’ stata Sabrina ad attirare Sarah in cantina

Michele Misseri: E’ stata Sabrina ad attirare Sarah in cantina

446
CONDIVIDI

Pesanti accuse sono state mosse, da parte degli inquirenti, nei confronti di Sabrina, la cugina di Sarah Scazzi. Secondo quanto riportato da Michele Misseri, l’uomo che ha confessato il delitto della giovane 15enne di Avetrana, sarebbe stata proprio sua figlia Sabrina ad avere attirato in cantina la giovane Sarah e l’avrebbe trattenuta mentre veniva uccisa dall’uomo.
Michele Messeri ne ha parlato nei sopralluoghi che ha compiuto con i carabinieri sul luogo del delitto, primo tra tutti il garage dove sono stati ritrovati batteria e cuffiette del cellulare di Sara.
Sull’ultima versione resa da Misseri a proposito delle fasi immediatamente precedenti l’omicidio e dell’uccisione stessa e sul coinvolgimento di Sabrina non ci sarebbero, per ora, riscontri oggettivi.
Intanto Sabrina continua a negare ogni partecipazione al delitto: di qui la richiesta del suo difensore, avvocato Vito Russo, di giungere al più presto ad un incidente probatorio, che si svolge dinanzi al giudice delle indagini preliminari, per stabilire in modo irrevocabile, e in confronto tra le parti (accusa e difese), la versione più credibile.
Al momento la ragazza è in carcere.
Nelle prossime 48 ore la procura dovrà chiedere la convalida del fermo e l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare.
Proprio lei, che ha sempre fermamente condannato il padre per avere commesso quell’orribile delitto, adesso sembra essere coinvolta, in prima linea, con l’omicidio della cugina.
Non ha dubbi sulla sua innocenza la sorella Valentina che ha inviato sms ai giornalisti con la scritta: “Sabrina è innocente!”