Home News Cronaca Richiesta perizia psichiatrica per Michele Misseri

Richiesta perizia psichiatrica per Michele Misseri

417
CONDIVIDI

Continuano le indagini sulla morte di Sarah Scazzi. Secondo Daniele Galoppa, il difensore di Michele Misseri, l’uomo non avrebbe detto tutta la verità. Il sospetto è che ci siano altre persone coinvolte nell’atroce delitto. Lo stesso gip (durante l’interrogatorio a cui e’ stato sottoposto Misseri) a voce alta gli ha intimato: ”fai gli altri nomi”. Intanto il difensore chiede la perizia psichiatrica per accertare la capacità di intendere e volere dell’indagato sia al momento del delitto sia durante il giudizio. Secondo Galoppa il suo assistito ha rilasciato versioni contraddittorie, illogiche e poco credibili durante l’interrogatorio. Questa mattina, il papà di Sarah, Giacomo Scazzi si è recato, insieme a suo figlio Claudio,  negli uffici della procura di Taranto. Il giovane è ascoltato come “persona informata dei fatti” dai pubblici ministeri inquirenti in particolare su alcune dichiarazioni che ha rilasciato ad alcune testate giornalistiche subito dopo il fermo dello zio. Il giovane ha riferito che, il giorno precedente la scomparsa di Sarah, tra quest’ultima e Sabrina ci fu un litigio perche’ la sorella aveva confidato alla cugina delle molestie ricevute dallo zio. Se Sarah avesse raccontato tutto alla sua famiglia, secondo quanto  dichiara il fratello, questa avrebbe preso immediatamente dei provvedimenti nei confronti dello zio.