Home News Cronaca Sarah Scazzi: forse la zia Cosima sapeva tutto

Sarah Scazzi: forse la zia Cosima sapeva tutto

574
CONDIVIDI

Continuano i colpi di scena nel caso di Sarah Scazzi. Secondo gli inquirenti anche Cosima Serrano, madre di Sabrina e moglie di Michele Misseri sapeva quello che suo marito e sua figlia avevano fatto a Sarah.
Il sospetto di un suo probabile coinvolgimento nasce in seguito all’interrogatorio di ieri, durato circa tre ore.
Forse il suo ruolo è stato quello di coprire il marito e la figlia
. Al momento, però, la donna non è indagata per il fatto che non sono ancora emersi elementi provanti un suo coinvolgimento nella vicenda superiore al favoreggiamento, che in ambito familiare non è punibile.
Intanto Sabrina dal carcere continua a gridare la sua innocenza.
Da quanto si è appreso si alimenta regolarmente e legge vecchie riviste femminili. In alcuni momenti piange e in altri grida dalla sua cella di essere innocente.
Ieri il gip ha convalidato il suo fermo per omicidio e si è riservato 48 ore per decidere se liberarla o no. “Se Sabrina mente, mente molto bene” dichiara Ivano, l’amico di Sabrina e di Sara, che oggi ha nuovamente parlato con i giornalisti, dopo un paio di giorni trascorsi chiusi in casa a causa della febbre.
“A me
– ripete – non sembra possibile che Sabrina possa essere coinvolta ma in realtà non capisco più nulla”.
Anche  Michele Misseri continua a fare parlare di sè. Vuole ritrattare parzialmente la sua confessione, smentendo di aver violentato la nipote Sarah Scazzi dopo averla uccisa.
L’uomo afferma che in famiglia era succube della moglie e delle figlie, che decidevano tutto. È stato l’avvocato di Misseri ad annunciare la volontà del suo assistito di ritrattare la sua precedente dichiarazione. Intanto la madre della piccola Sara, Concetta Serrano Spagnolo, risponde così ad una giornalista del TG2 che, attraverso le persiane di una finestra di casa, è riuscito a carpirle poche parole: “Luce, luce, qui luce non ce n’è proprio, qui ci sono tenebre e basta”.