Home Sport Altri sport Tennis, Wta Doha: Zvonareva inarrestabile, Clijsters in scioltezza

Tennis, Wta Doha: Zvonareva inarrestabile, Clijsters in scioltezza

152
CONDIVIDI

Zvonareva b. Azarenka 7-6 (4) 6-4 – Nella seconda giornata del Master di Doha che vede in campo le prime 8 del ranking Wta, Vera Zvonareva si porta a un passo dalle semifinali grazie alla vittoria odierna sulla Azarenka. La russa aveva mostrato già un’ottima condizione con la vittoria di ieri sulla Jankovic, al contrario, debilitata da problemi fisici e sinusite, e oggi ha confermato quanto di buono aveva fatto vedere.

La partita nel primo set vede partire le due contendenti aggressive con due break consecutivi nel secondo e terzo gioco, il primo ad opera della Azarenka. Situazione analoga nel settimo e ottavo gioco, questa volta a parti invertite. Il set si decide al tiebreak: la Zvonareva va subito sul 3-0, tesoretto che le servirà per chiudere il tiebreak per 7 punti a 4 su una risposta sbagliata dall’Azarenka.

A fine set la Azarenka esce dal campo e, una volta tornata, sembra essere una giocatrice diversa anche grazie a degli errori grossolani della sua avversaria. La bielorussa conquista il break in apertura e tiene comodamente il suo turno successivo. Poi si ritrova sullo 0-30 con la Zvonareva al servizio, ma finalmente la russa da segnali di risveglio. Dopo aver tenuto la battuta e non aver sfruttato la possibilità di contro-brekkare sul 2-1, va a segno nel sesto gioco agganciando sul 3-3 la sua avversaria. Seguendo i servizi, Vera si porta sul 5-4 obbligando la Azarenka a servire per rimanere nel match. Vika, però, trema e si ritrova 15-40, ma grazie anche a degli orrori della sua avversaria si riporta sul 40-40. Non c’è due senza tre, quindi altro match point: con un pò di buona sorte e la complicità del nastro, la Zvonareva porta a casa questa fondamentale vittoria per l’economia del suo torneo. 7-6 6-4, dunque, il risultato finale.

Clijsters b.Jankovic 6-2 6-3 – La vincitrice degli us open non deve faticare più del previsto nel suo esordio contro la Jankovic, o quel che ne resta. Alla belga infatti è bastato tenere il ritmo da fondo e a volte aspettare l’errore dell’avversaria che arrivava puntuale.

Il primo set parte subito in salita per la Jankovic, costretta a servire a freddo dopo aver perso il sorteggio. La balcanica cede, infatti, subito il servizio senza neanche conquistare un punto ed è costretta a rincorrere sin dalle prime battute la nr. 4 del mondo che, al contrario, tiene con una certa facilità i suoi turni alla battuta. Si giunge così sul 4-2. Kim piazza un’altra zampata vincente strappando nuovamente il servizio alla sua avversaria e chiudendo con un comodo 6-2.

Nel secondo set la Jankovic ci prova di più: evita un altro break in apertura e si dimostra più aggressiva, ma subisce la superiorità della Clijsters che la obbliga a giocare sempre sotto pressione nei suoi turni di servizio. Jelena tiene fino al quinto gioco, quando, in vantaggio 40-15 sul proprio servizio, decide di complicarsi la vita, facendo, prima, rientrare nel game la belga e poi facendosi brekkare. La Clijsters si concede anche il lusso di rilassarsi e annullare qualche palla break portandosi sul 5-3. La Jankovic serve per rimanere nel match, ma va subito sotto 15-40 aggrappandosi comunque sul 40-40. Ai vantaggi concede un terzo match-point ma questa volta non regge la pressione e regala il punto con un doppio fallo: 6-2 6-3 il risultato finale.

CONDIVIDI