Home Sport Altri sport Tennis, Masters Londra: Nadal la spunta su Djokovic

Tennis, Masters Londra: Nadal la spunta su Djokovic

152
CONDIVIDI

Finisce in due set il tanto atteso match tra Nadal e Djokovic. Il numero uno del mondo ha vinto con il risultato di 7-5 6-2. La partita è stata al di sotto delle aspettative e ha visto i due lottare solo per metà set: dal 4-4, infatti, è stato un monologo dello spagnolo che ha trovato una resistenza quasi del tutto nulla da parte di Djokovic.

Rafa deve soffrire sin dalle prime battute del match: dopo un turno di servizio tenuto a zero da Djokovic, deve già fronteggiare una palla break annullata con la stecca sulla risposta del serbo.
Si giunge, così, sul 2-2 e questa volta è il nr. 3 del mondo ad essere in difficoltà: ai vantaggi annulla due palle break (anche Nadal stecca in entrambe le occasioni), ma sulla terza, in seguito a una smorzata, perde il batti-e-ribatti a rete cedendo così il servizio. La risposta di Nole però è immediata: nel gioco successivo sfrutta la poca profondità nel palleggio dello spagnolo ed entra benissimo con il suo rovescio lungolinea strappando così il controbreak a 15. La partita resta comunque molto combattuta perché Rafa conquista nuovamente due possibilità di brekkare l’avversario, ma questa volta è bravissimo Nole ad annullarle con coraggio e salire sul 4-3. Dopo una pausa sul 4-4 dovuta all’interruzione per cambio lenti a contatto di Djokovic (situazione quasi del tutto inedita), il serbo forse paga ancora qualche fastidio all’occhio sinistro e cede a Nadal sul 5-5, in un disastroso turno di servizio, la possibilità di chiudere il set. Lo spagnolo, però, deve cancellare ben tre palle del contro break e lo fa da campione con il suo micidiale dritto mancino. A questo punto è Djokovic a vanificare il tutto con due dritti sbagliati: 7-5 in 1 ora e 15 minuti di gioco.

Alla fine del primo set Nole ha ancora problemi all’occhio ed è costretto a chiedere l’intervento del dottore.

Rafa è implacabile. Nel primo gioco del secondo set si procura subito tre palle break sullo 0-40 e strappa il servizio ringraziando Djokovic per una comoda volee messa lunga. Il serbo sembra lentamente scivolare fuori dal match: si lascia prendere dalla fretta provando discese a rete in cui puntualmente sbaglia la volee o viene trafitto dai passanti del maiorchino. Nadal ha così vita facile nel conquistare il doppio break e salire sul 4-0 inanellando una serie di 7 game consecutivi vinti dal 5-4 del primo set in favore del serbo. A partita ormai compromessa, Djokovic ritrova quel minimo di continuità che gli permette di evitare il 6-0 ma deve arrendersi comunque sul 6-2.

E’ stato un match emblematico, un incontro che fa capire a tutti quanto nel tennis anche un episodio, che può apparire insignificante, può diventare un enorme problema. Ed è stato ciò che è successo a Djokovic: il serbo è mentalmente uscito dalla partita a causa di fastidi legati all’occhio e non è riuscito più ad entrarvi. Se poi dall’altra parte della rete c’è Nadal di certo la situazione diventa ancora più difficile da gestire.

Nonostante questa importantissima vittoria, Nadal non acquista ancora la certezza matematica per il passaggio alle semifinali; lo spagnolo balza in testa al girone ma comunque dovrà lottare contro un Berdych molto motivato mentre Djokovic affronterà l’eliminato Roddick.
Ricordiamo che passano i prime due di ogni girone e in caso di arrivo di due tennisti a pari merito sono decisivi gli scontri diretti, invece in caso di arrivo di tre tennisti con stesso numero di vittorie verrà eliminato il giocatore che ha perso più set.

CONDIVIDI