Home Varie Satira Caro Babbo Natale…

Caro Babbo Natale…

376
CONDIVIDI

Caro Babbo Natale,
anche questo Natale è passato e noto con dispiacere che molte delle richieste sono rimaste inevase.
Il nostro governo continua a campicchiare. All’ultimo vertice ad Arcore erano presenti tutti, anche Renzo Bossi, con l’album da colorare che gli hai portato tu.
Apprezzo che tu abbia perorato la denuncia che i cameraman de l’Isola dei famosi hanno mosso contro la Rai: “A causa del nostro lavoro eravamo costretti a guardare il programma“. Poverini.
Sempre riguardo alla Rai, ti ringrazio per il calo di ascolti che ha registrato il TG1 di Minzolini. Per rilanciare il programma il direttore ha affermato che darà qualche notizia vera.
Caro Babbo Natale, voglio ringraziarti per l’aiuto che hai portato ai nostri medici di Emergency. Frattini dichiarò che il governo non li aveva abbandonati… era solo che al ministero nessuno si ricordava il prefisso dell’Afghanistan.
A dire il vero il nostro ministro degli esteri lanciò anche un ultimatum: “O ci ridate i medici o esporteremo in Afghanistan il Digitale Terrestre“.
Restando all’estero ti ringrazio per le parole pronunciate da Obama: “L’uomo su Marte nel 2030”, appena sarà completato il ponte.
Ti ringrazio anche per le ceneri del vulcano islandese, che infinite giustificazioni ai ritardi addusse alle compagnie aeree, tipo: sarebbe stato impossibile servire bevande fredde in volo.
Ryanair prese la palla al balzo: per respirare le ceneri bisognava pagare un supplemento.
E quando sembrava che la nube vulcanica avrebbe potuto scavalcare le Alpi, la Lega si disse pronta a fare barricare.
Poi finalmente i miasmi si dissolsero e poterono riprendere gli scioperi.
Ti ringrazio per il regalo che hai portato all’archeologia. In Egitto è stata scoperta una mummia di 2300 anni; ma la donna ne dichiara 1800.
Infine, caro Babbo Natale, ti ringrazio per la sporcizia a Napoli. Ho sentito che si cercano intese per portare i rifiuti in Spagna. Gli iberici hanno detto no! “Voi li avete votati e voi ve li tenete“.