Home Varie Ricette Chapati: la tradizione del pane indiano

Chapati: la tradizione del pane indiano

L'arte del mangiar sano... ingredienti e procedimento per la preparazione del pane indiano Chapati

305
CONDIVIDI

La cucina tipica indiana è considerata tra le cucine più salutari e meno ricche di grassi. Vi proponiamo la ricetta del Chapati, tipico pane indiano. Ingredienti e procedimento per la preparazione del pane indiano Chapati. Preparazione: 25 minuti. Cottura: 25 minuti.

Ingredienti per la preparazione del pane indiano Chapati: 500 g di farina indiana per chapati, olio di semi di arachidi, mezzo cucchiaino di ghee, sale.

chapati on tawa

Procedimento per la preparazione del pane indiano Chapati

Versare la farina in una terrina capace ma poco profonda, praticare un incavo al centro e versarvi, alternandoli, sale , olio e qualche cucchiaio di acqua tiepida, mescolando ogni volta con le dita. Aggiungendo poco per volta due tazze circa d’acqua, lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto dalla consistenza simile a quella della pasta per la pizza. Lavorare energicamente l’impasto per almeno cinque minuti. Dovrà risultare perfettamente omogeneo, privo di grumi ed elastico. Suddividerlo in palline grandi come palle da tennis. Impastare ciascuna pallina per circa un minuto e poi premerla tra le mani per renderla compatta. Coprire le palline con un panno asciutto e lasciarle riposare per dieci minuti sul tavolo infarinato. Sul piano di lavoro passare una pallina per volta nella farina schiacciandola leggermente, girarla per infarinare anche l’altro lato. Appiattirla bene tra le mani e posarla sull’asse di legno. Con un mattarello stenderla, formando un disco di forma regolare. Scaldare il tawa (strumento per scaldare i cibi tipico indiano se non si possiede usare una padella antiaderente) su fuoco vivace. Posare una mano sul disco di pasta e con l’altra ripiegare delicatamente un lembo sul dorso. Ruotare con decisione la mano in modo da ritrovarvi con la pasta posata sul palmo e ben centrata. Eliminare l’eventuale farina in eccedenza, che in caso contrario brucerebbe subito. Mettere la pasta a disco sul tawa o in padella, per accertarsi che la pasta non si attacchi e scuotere leggermente il tawa. Lasciare cuocere il chapati senza toccarlo finché cambierà colore e in superficie compariranno dei piccoli rigonfiamenti. Aspettare qualche secondo e far ruotare il chapati delicatamente con la mano, poi girarlo una seconda volta. Con un panno asciutto arrotolato lavorare il chapati per farlo gonfiare, portando il bordo verso il centro della piastra. A piacere si può, una volta gonfio e ripiegato, distribuire un po’ di ghee con un cucchiaio. Al suo posto si può anche utilizzare l’olio di semi di arachidi. Una volta fatto questo, accartocciate il chapati, riponetelo in un cestino, foderato da un panno asciutto. Buon appetito!