Home Varie News Corsi dell’Actor’s Studios a Roma

Corsi dell’Actor’s Studios a Roma

Danny Lemmo insegnerà le tecniche della buona resa scenica attraverso i più classici metodi americani di apprendimento teatrale

662
CONDIVIDI

Sono aperte le iscrizioni a “The Actor’s Work”, corso diretto da Danny Lemmo, membro a vita dell’Actors Studio di New York, che inizierà il 3 marzo e proseguirà sino al 3 giugno presso il Teatro allo Scalo.

The Actors Work è un corso completo in 22 lezioni basate sul metodo Stanislavskij ed è volto a definire un approccio più moderno del Metodo Americano anche grazie alle nuove metodologie. Il corso è aperto a tutti, professionisti o semplici appassionati.

Le lezioni sono dedicate sia al lavoro su se stessi sia sul personaggio. Per riuscire a creare verità sul palco o in macchina da presa bisogna conoscere molto bene la verità della propria vita: ciò fa parte della tradizione della recitazione e della sua morale.

Lavoro su se stessi – Le singole lezioni cominciano con vari esercizi di rilassamento sviluppati appositamente per liberare il corpo e favorire la concentrazione. Gli esercizi sensoriali di gruppo, quelli sulle condizioni fisiche e quelli sulla memoria emotiva, sono indispensabili per portare l’attore sempre più in profondità nel suo percorso, aiutandolo a potenziare la concentrazione, stimolare l’immaginazione e connettersi con la propria interiorità.

Lavoro sul personaggio – include la preparazione al ruolo e l’analisi del testo. Grazie all’analisi del testo l’attore ha una via d’accesso concreta alle proprie emozioni, attraverso un sistema preciso e organico, in modo da evitare il rischio di una recitazione di maniera e impostata. In questa fase sono previsti esercizi individuali e esercizi di gruppo. I primi servono a sviluppare la capacità di creare un personaggio o una scena, liberare il corpo, esplorare il subconscio, valorizzare se stessi. Gli Esercizi strutturati e improvvisati di gruppo, invece servono a comprendere la logica di una scena sia tecnicamente sia emotivamente. Le ultime settimane di lavoro si concentreranno sullo studio delle scene, dove l’attore comincerà a sfidarsi nella pratica degli esercizi appena descritti, dalla preparazione alla messa in scena (di autori contemporanei, da Cechov a Ibsen, Strindberg, Miller, Williams, Shepard Mamet, ecc.). Alcune lezioni prevedranno l’utilizzo della macchina da presa per analizzare gli aspetti fondamentali di un set cinematografico.