Home News Curiosità Milano. Attivato il primo corso a Scienze Politiche sull’omosessualità

Milano. Attivato il primo corso a Scienze Politiche sull’omosessualità

"Omosessualità: un mondo nel mondo", corso attivato alla Facoltà di Scienze politiche di Milano per iniziativa degli studenti del collettivo Gay Statale Milano

548
CONDIVIDI

Parlare di omosessualità, oggi, in Italia, è ancora tabù per molti. Vi siete mai chiesti perché? In una società dove, per alcune persone, certi valori come la famiglia sono ancora ben radicati, risulta difficile accettare qualcosa di diverso. Sì, perché omosessualità per molti vuol dire diversità, malattia, vizio. Ma è davvero così? Eppure l’omosessualità esiste da secoli. Fin dai tempi antichi la Chiesa l’ha condannata attraverso gli scritti dei Santi e degli scrittori ecclesiastici. Fra i primi a pronunciarsi ci sono stati Sant’Agostino, San Gregorio Magno, San Giovanni Crisostomo, Santa Caterina da Siena che definiva la pratica omosessuale un vizio maledetto schifato dagli stessi demoni. Ma l’omosessualità ha continuato a diffondersi, nonostante leggi e divieti, fino ad arrivare ai nostri giorni, in un’epoca in cui i gay ormai stanchi di muoversi nel buio, sono sempre più decisi ad uscire allo scoperto, a far sentire la loro voce, a far valere i loro diritti. Dopo l’attacco omofobo ai danni di un ragazzo gay, gli studenti del collettivo “Gay Statale Milano”, si sono fatti avanti con un’isolita proposta: attivare all’Università un corso sull’omosessualità. “Ci siamo riuniti – dichiara Fabio Galantucci, del collettivo – convinti che in università fosse giunto il momento di fare qualcosa, anche dal punto di vista culturale.
“Omosessualità: un mondo nel mondo”, questo il titolo del corso attivato per analizzare l’omosessualità e alcune tematiche ad essa legata a partire da diverse prospettive di studio. Il laboratorio ha avuto inizio il 20 gennaio ed è articolato in 11 incontri che esplorano l’omosessualità a partire dalla definizione dei concetti di identità di genere e orientamento sessuale fino al tema della parità dei diritti e della disparità di trattamento nei confronti degli omosessuali da parte della giurisprudenza italiana in assenza di una legislazione di merito.
L’iniziativa è nata presso la Facoltà di Scienze politiche di Milano ed è la prima in Italia che affronta in modo organico questioni di genere. Docente del corso è la professoressa Antonella Besussi.