Home Sport Basket Basket: Pozzuoli, coach Posillipo logia i suoi ragazzi

Basket: Pozzuoli, coach Posillipo logia i suoi ragazzi

469
CONDIVIDI

Ci sono dei numeri che meglio di altri aiutano a comprendere la sconfitta interna (71–107) della Nuova Dicearchia Pozzuoli contro il Civitanova Marche. In questa regular season i flegrei realizzano mediamente 60,14 punti. I 71 di sabato li hanno prodotti solo contro Umbertide (vincendo così il match di ritorno al PalaErrico) e li hanno sfiorati (70) nel confronto d’andata proprio contro i maceratesi. Ciò significa che in attacco i gialloblù hanno fatto il massimo ed anche di più. Contemporaneamente il centello è quasi una novità per i biancoblù (101 solo contro Montegranaro il 30 gennaio scorso – viaggiano sulle 77,1 lunghezze di media) che, quindi, hanno vissuto una serata molto positiva al tiro e, come detto già alla vigilia della partita, erano un’avversaria di tutto rispetto.

“Con il successo contro di noi sono arrivati a 9 nelle ultime 11 gare – rileva coach Domenico Posillipo. – Ciò indica che oltre ad essere una buona squadra, organizzata, completa in ogni ruolo, sono in salute. Senza Loncarevic (tenuto precauzionalmente a riposo dopo la botta rimediata venerdì in allenamento), quindi, un altro lungo in meno, la sfida era ancora più complicata per noi che abbiamo fatto alcune cose bene, in maniera egregia ed altre no senza dimenticare il grande impegno profuso da tutti i giocatori. Potevamo pensare di fare il solletico ai contendenti, ci abbiamo provato, ci è andata parzialmente bene”.

In particolare nel primo periodo i campani sono riusciti a restare in scia ai marchigiani (–5 al 5°, -7 al 10°) che, poi, nel secondo hanno provato a scappare (+11 al 15°), ma non era la volta buona (+7 al 16°). Nella terza frazione hanno iniziato a fare il vuoto (+22 al 30°). Andando oltre la sconfitta, merita, una menzione la prestazione di Riccardo Fiore: 25 punti (high stagionale), con il 91% dal campo, 5 falli subiti, 3 rimbalzi, 1 assist in 34’ (25 di valutazione).

“Una buona prova inserita in un campionato in cui  sta facendo importanti passi avanti – conferma l’allenatore – deve migliorare ancora nella presenza in difesa ed in alcune scelte. Ci tengo a sottolineare che tutti i ragazzi stanno crescendo e si nota non solo nelle cifre riportate dallo scout, ma anche dal lavoro sporco fatto sul parquet. In quest’occasione cito Antonio Tardi (3 punti, 2 recuperi ed 1 rimbalzo in 19) e Marco Pietropaolo (5 punti, 1 rimbalzo ed 1 recupero in 17’)”. Da rimarcare anche le performance di Michele Pellegrino (18 punti, 4 assist, 4 falli subiti, 3 rimbalzi in 40’) e del capitano Mario Innocente (11 punti ed altrettanti rimbalzi in 29’).

CONDIVIDI