Home Arte Dal Philadelphia Museum of Art e al Maxxi: Michelangelo Pistoletto

Dal Philadelphia Museum of Art e al Maxxi: Michelangelo Pistoletto

488
CONDIVIDI

Coprodotte dal Philadelphia Museum of Art e dal Maxxi di Roma, “Michelangelo Pistoletto: From One to Many, 1956 – 1974” e “Michelangelo Pistoletto: Cittadellarte” sono due mostre dedicate ad uno degli artisti italiani  più rappresentativi della scena contemporanea.

È in questa occasione che è possibile vedere riunite le diverse produzioni del grande maestro italiano -più di cento lavori-, dai ritratti ai Plexiglas anni Sessanta che hanno anticipato il Concettuale, dalla sezione degli Stracci, alle performance degli anni Settanta, dagli “Specchi” agli “Oggetti in meno”. Il visitatore potrà dunque percorrere un’ampia retrospettiva e una mostra/laboratorio.

L’evento espositivo curato da Carlos Basualdo costituisce la prima di una serie di importanti collaborazioni internazionali del museo italiano, ”nella convinzione che -spiega Pio Baldi, presidente della Fondazione Maxxi- solo nel confronto e nella condivisione si possa raggiungere la qualità necessaria per proporre un’offerta culturale di livello”. Nella stessa ottica è in via di definizione un accordo di collaborazione con il Moma e sono stati stabiliti contatti con la Tate Modern e la Serpentine Gallery di Londra per progetti futuri. La mostra su Pistoletto è stata anche un’importante occasione per riunire opere di grandi collezionisti privati italiani e stranieri, molte delle quali vengono esposte per la prima volta.