Home Varie Satira Giustizia, è strafatta!

Giustizia, è strafatta!

440
CONDIVIDI

La riforma della giustizia c’è! Finalmente!
Silvio è sceso in campo, quasi venti anni fa, solo per levare la spocchia a quei magistrati “comunisti” (26/10/2009), “toghe rosse” (1/12/99) che lavorano “come la banda della Uno bianca” (14/5/96), “braccio armato della sinistra per spianare a questa la conquista del potere” (1/12/99).
Era un tacito accordo nella nostra legislatura che per restare impuniti era necessario farsi eleggere.
Ora è ufficiale anche costituzionalmente che basta soltanto commettere un reato.
Ma è sacrosanta, perché secondo l’Ansa le carceri italiane sono le più affollate d’Europa: per almeno due mesi non si accetteranno prenotazioni.
La riforma ha fatto scalpore anche all’estero:
piace tantissimo allo Zimbabwe;
Ci avessi pensato io starei ancora al potere” ha detto Ben Ali;
Ho preso appunti”, ha dichiarato Putin;
Leggendola mi sono commosso”, parole testuali di Hosni Mubarak;
Telegrammi di congratulazioni sono arrivati da Sudan, Angola, Uzbekistan, Vietnam, Eritrea, Kazakistan, Birmania… mentre Gheddafi verrà presto in Italia per complimentarsi di persona.
Ma non tutti sono concordi. S’è levato qua e là anche qualche giudizio negativo.
La mia è migliore”, ha fatto notare Kim Jong, Supremo Leader della Corea del Nord.
Critiche a parte, il più soddisfatto di tutti è il nostro amato Silvio che ha sottolineato che: “Il Pdl ha portato la moralità in politica“. Poi l’ha messa a giro.
Ma nonostante tutto anche il mondo continua a girare.
Una coppia egiziana ha chiamato la figlia Facebook in onore del ruolo del web nella rivoluzione di piazza Tahir. “Un nome orribile”, ha commentato il fratello Twitter.
L’Istituto Spallanzani di Roma ci informa che: “L’influenza A per ora è dormiente, ma potrebbe ripresentarsi“. Si vede che i vecchi vaccini stanno per scadere.
Dall’Indonesia arriva la notizia di un bimbo di 2 anni che fuma 40 sigarette al giorno. Il piccolo è peggiorato da quando ha smesso di bere.
La ricerca continua e la scienza vola. Sono state sintetizzate delle cellule che si riproducono da sole. Ma prima si devono ubriacare.
Il satellite Hubble, infine, ha filmato una stella che ha mangiato un pianeta. Le immagini sono in possesso di Fabrizio Corona che ha ricattato l’astro.