Home Arte La pittura impressionista a Milano

La pittura impressionista a Milano

465
CONDIVIDI

Il capoluogo lombardo rappresenta la prima tappa dell’inedito tour mondiale dei capolavori della collezione americana del Sterling and Francine Clark Art Institute, di Williamstown (Usa), che comprende straordinari dipinti di Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Edgar Degas, Édouard Manet, Berthe Morisot e Camille Pissarro.

Lo Sterling and Francine Clark Art Institute nasce nel 1955 a Williamstown, grazie a Robert Sterling Clark e alla moglie Francine Clary Clark, che insieme acquistarono il nucleo principale della collezione fra il 1910 e il 1950.
Il vanto del’istituzione è rappresentato dalla collezione di dipinti francesi che vanno dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento. La collezione poi si è ampliata grazie ad acquisizioni e donazioni.

Le dieci sezioni che compongono la mostra (La luce, L’impressione, La natura, Il mare, Il corpo, La città e la campagna, I viaggi, I volti, I piaceri e La società) raccolgono i capolavori degli artisti francesi che, confrontandosi con queste tematiche, hanno rivoluzionato il concetto di pittura e dato vita allo stile dell’impressionismo.