Home Varie Cibo & Salute Mangiare sano… mangiare vegetariano

Mangiare sano… mangiare vegetariano

290
CONDIVIDI

Quando si fa la spesa oltre a basarsi sulle proprie preferenze, è bene anche chiedersi cosa contengono i cibi che si stanno acquistando e, magari, quali procedimenti abbiano dovuto seguire.
Molti, per scelta, sono divenuti vegetariani e tra le motivazioni, oltre a quella animalista, vi è quella legata ad una decisione razionale di non eccedere coi grassi, quindi una scelta salutista.
L’impatto sociale ed economico della carne, ad esempio, è, infatti, tra le cause della grave situazione alimentare del Sud del mondo. I bovini da cui si ricavano le bistecche consumano il 30% e oltre dei cereali prodotti e analizzando le cifre si capisce bene come tale percentuale potrebbe, invece, sfamare una buona quota di persone sottoalimentate che vivono nei Paesi poveri.
Bisogna inoltre considerare che gli animali da carne come i bovini sono anche i responsabili, molto spesso, dell’erosione del terreno provocata strappando la vegetazione e distruggendo così ogni anno porzioni considerevoli di terreno fertile.
Il problema non termina qui. La stessa situazione nasce, infatti, dalla pesca dove, una volta decimate le riserve ittiche dei mari del Nord, i grandi pescherecci industriali sono passati allo sfruttamento delle acque del Sud.

Osservando il panorama mondiale culinario si può notare come le diverse cucine dei Paesi del sud del mondo, partendo dalla cucina indiana a finire a quella cinese, pur vantando diverse delizie a base di carne e pesce, sono in grado di offrire un vasto repertorio di piatti diversificati, ideali per tutti coloro che vogliono essere dei consumatori critici e attenti.
Molte “celebrità”, quali Leonardo Da Vinci, Ghandi e altri, già secoli fa decisero di assumere una dieta vegetariana senza che questo abbia condizionato minimamente la loro vita, li ha semplicemente resi più consapevoli di sé stessi e dei bisogni del mondo.
Da sottolineare dunque è l’attenzione al cibo senza rinunciare ad una bistecca ma sapendo che per compensare la riduzione di cibi di origine animale si possono introdurre nella propria dieta cereali completi molto preziosi come la quinua e senza dimenticare che diversificare la dieta significa renderla bilanciata in tutti i sensi.