Home Sport Altri sport Tennis, Masters 1000 Indian Wells: avanti Federer e Djokovic

Tennis, Masters 1000 Indian Wells: avanti Federer e Djokovic

479
CONDIVIDI

Buon test per Roger Federer. Lo svizzero riesce a regolare il russo Igor Andeev in due set non semplici. Nel primo il break arriva sul 5-5, mentre nel secondo il numero 2 del mondo è costretto al tie-break dall’avversario ( vinto per 7-4). Al terzo turno lo aspetta l’argentino Chela.

Novak Djokovic concede solo 4 game al kazako Golubev, dimostrando di avere già ai primi turni la giusta concentrazione, cosa che non sempre gli capita. Finisce con il punteggio di 6-0 6-4 per il serbo. Al prossimo turno match molto interessante con Ernest Gulbis. Il lettone oggi ha faticato parecchio per avere la meglio su Lu, riuscendo sotto di un set a far girare la partita in suo favore. I primi due set si sono decisi al tie- break, il terzo invece a senso unico per Gulbis.

Vince in rimonta anche Jurgen Melzer che al primo set incassa un pesante 6-1 da Benetteau. L’austriaco riesce però a reagire e si aggiudica gli altri due set per 6-1 6-4, prendendo una parziale rivincita sui colori transalpini dopo la sconfitta di Coppa Davis. Sfida che si rinnoverà al terzo turno contro Richard Gasquet, partita che, considerato il talendo dei due tennisti, prospetta di far vedere un bel tennis.

Vita facile invece per Marian Cilic che sconfigge facilmente il francese Serra, concedendo solo 4 game. Al prossimo turno trova in un altro interessante match Stanislas Wawrinka.

La vera novità che ha offerto per ora il torneo di Indian Wells è Ryan Harrison, talentuoso tennista statunitense di cui tutti parlano un gran bene. Classe 92, attuale numero 152 del ranking, ha fatto vedere di possedere molti colpi in repertorio con una discreta solidità. Dopo aver fatto fuori l’eroe di Coppa Davis Chardy, il giovane elimina in due set lo spagnolo Garcia Lopez (numero 25 del mondo).
Al prossimo turno sfida tra generazioni future con Milos Raonic, tennista classe 90 che ha già convinto tutti di essere un futuro protagonista del circuito. Il canadese fa fuori Mardy Fish, proprio uno dei tutor di Harrison. Chissà se il giovane statunitense possa “vendicare” quello che insieme a Roddick è ora uno dei punti di riferimento per la sua crescita tennistica, ma i due anni di differenza tra i tennisti dovrebbero incidere sull’esito finale.