Home Viaggi Europa Viaggio in Islanda: il Circuito d’oro

Viaggio in Islanda: il Circuito d’oro

366
CONDIVIDI

L’Islanda offre una vasta scelta di esperienze per il viaggiatore, indipendentemente dal periodo di visita. Ogni stagione ha la sua atmosfera unica, e si trovano sempre le opportunità per sperimentare nuove cose, trovare la bellezza e rimanere ipnotizzati dalla freschezza e dai colori della natura.
Ogni stagione ha il suo fascino, che arricchirà di ricordi indimenticabili.
Diverse le modalità per viaggiare in Islanda. Prima di partire è bene sapere che l’isola è in gran parte selvaggia e disabitata.
La popolazione, poco più di 300.000 anime, si concentra nella capitale Reykjavik e in piccoli villaggi costieri collegati dall’unica strada, in parte non asfaltata, percorribile tutto l’anno, la n° 1 Ring Road. Le vie di comunicazione al di fuori dei centri abitati sono in genere percorribili per pochi mesi all’anno solo con mezzi fuoristrada 4X4.
Per queste ragioni solo una piccola parte del territorio è facilmente accessibile. Le località più famose e più fotografate si concentrano quindi in un raggio di poche decine di chilometri dalla capitale e in prossimità della Ring Road.
Anche queste mete sono inserite nei programmi turistici, ma gli scenari più suggestivi, i territori più emozionanti, gli spazi sconfinati e selvaggi che segnano l’animo dei pochi viaggiatori che hanno la fortuna di raggiungerli si trovano all’interno, dove le poche piste percorribili e l’assenza di punti di rifornimento richiedono mezzi speciali, esperienza e conoscenza del territorio.
Il cielo in Islanda muta tra diverse variazioni di blu, grigio ed azzurro, ma non aspettatevi toni scuri o neri: al nord il sole non tramonta mai e i giorni dell’estate sono infiniti.

Ecco proposti alcuni suggerimenti interessanti per la bella stagione. I percorsi iniziano con le località famose del “Circuito d’oro”: la cascata di Gullfoss, l’area geotermica di Geysir e la valle di Þingvellir, bellissimi anche i deserti centrali di Kjolur o di Sprengisandur.
Spostandosi a Nord, nella regione vulcanica attiva di Myvatn-Krafla e di Dettifoss, c’è la più grande cascata d’Euorpa, poi di nuovo verso l’interno, alle pendici del vulcano Askja. Qui è possibile esplorare la grande caldera e il lago che la riempie concedendo un bagno caldo del cratere di Viti.
Verso Est, ai piedi del vulcano Snaefell, davvero suggestivo il villaggio di pescatori di Borgarfjordur. Dalle montagne che sovrastano il fiordo di Djupivogur spostandosi verso la costa meridionale si arriva a Jökulsárlón, la grande laguna degli iceberg al margine del Vatnajökull, il ghiacciaio più grande d’Europa. Camminando nel Parco Nazionale di Skaftafell transitando sotto la celebre cascata di Svartifoss, si potrebbe fare un salto poi all’interno, a Landmannalaugar.
Tutto questo val davvero la pena di essere visitato.