Home Università Concorsi e Premi Il Politecnico di Milano vince la Global Investment Research Challenge

Il Politecnico di Milano vince la Global Investment Research Challenge

672
CONDIVIDI

Politecnico di Milano logoLa Global Investment Research Challenge è una competizione con finalità formative organizzata da CFA Institute, affermata associazione di professionisti della finanza, e da Italian CFA Society, ad essa affiliata ed operante a livello italiano.
Obiettivo della sfida è promuovere le best practices tra i futuri analisti finanziari e dare agli studenti universitari la possibilità di conoscere da vicino il settore in cui si preparano ad operare.
Gli studenti vengono seguiti da affermati professionisti in tutte le fasi di preparazione del lavoro, dall’analisi iniziale alla presentazione delle raccomandazioni ad un panel di esperti.
La valutazione esamina sia i contenuti tecnici dello studio, sia l’efficacia della presentazione e la capacità di gestire le richieste di approfondimento da parte dei giudici.
Nella finale che si è tenuta l’8 Aprile ad Omaha, Nebraska, il team italiano ha sfidato gli studenti della Thammasat University (Thailandia) e delle università Rutgers University (USA) e University of Southern California (Los Angeles) vincitori rispettivamente per l’area Asia, per la Regione di New York e per le Americhe.
Nel ruolo di analisti finanziari gli studenti Anna Belli, Francesca Maria Claudio, Nicolò Rolando, Giacomo Saibene e Stefano Viganò hanno presentato un report di analisi sul Gruppo Piaggio (PIA IM). Il team è stato coordinato e supportato dal Professor Marco Giorgino, Ordinario di Finanza Aziendale presso il Politecnico di Milano e MIP – Politecnico di Milano e da Marco Jean Aboav, dottorando in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, nel ruolo di Faculty Advisors. Andrea Dal Santo, CFA, membro del Consiglio Direttivo di Italian CFA Society, è stato il loro Industry Mentor.
La fase precedente si era tenuta a Madrid, dove il team italiano aveva sfidato le squadre provenienti dal Centro Internacional de Formacion Financiera (Spagna), dalla Stockholm School of Business (Svezia) e dalla Copenhagen Business School (Danimarca) in una selezione che ha visto coinvolte 21 squadre provenienti dai migliori atenei della regione Europa, Africa e Medio Oriente (EMEA).
Per l’Italia la competizione si era svolta a Milano con la partecipazione di altri cinque atenei italiani: la Libera Università di Bolzano, l’Università Commerciale L. Bocconi, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università degli Studi di Padova e l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Barbara Valbuzzi, CFA, Presidente di Italian CFA Society, ha commentato: “al Politecnico vanno le mie più vive congratulazioni. L’impegno con cui è stato affrontata la competizione, unito agli studi in corso, è un ottimo risultato. Mi auguro che possano continuare il percorso di formazione anche oltre la laurea. Un particolare ringraziamento va a Giuseppe Quarto di Palo, CFA, che ha coordinato l’organizzazione della Italian Investment Research Challenge e la cui dedizione ha reso possibile questo successo Italiano”. Giuseppe Quarto Di Palo, CFA Society, Membro del board dell’Italian CFA Society e coordinatore dell’Investment Reseach Challenge Italiana, afferma: “il risultato raggiunto ci riempie di soddisfazione. L’Italian CFA Society si è prodigata a promuovere l’Investment Research Challenge a livello locale e a mantenere alta la qualità dell’evento. Volevo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito all’Investment Research Challenge per la dedizione e l’elevata professionalità dimostrata. Il team del Politecnico di Milano è stato fantastico perché è riuscito a fare propri tutti gli insegnamenti ricevuti e a tradurli in prove di assoluto valore. La capacità e bravura di questi studenti è stata sorprendente e la vittoria a livello globale pienamente meritata”.
Andrea Dal Santo, CFA, membro del Consiglio Direttivo di Italian CFA Society e Industry Mentor del Team afferma: “sono felice di questo risultato unico dove gli studenti hanno dimostrato grande impegno e dedizione. Il successo del team capitanato da Nicolò Rolando, raggiunto anche grazie al supporto dell’Italian CFA Society e del Politecnico di Milano, mette in evidenza l’importanza strategica del binomio Università-Industria e il desiderio dei giovani talenti italiani di emergere nello scenario internazionale. Il mio invito è a essere tutti mentori delle nuove generazioni e trasferire loro il meglio della nostra esperienza professionale e umana, stimolando così l’ incredibile capacità d’innovazione di cui sono dotati”.
Per il Prof. Marco Giorgino, “questa vittoria è l’ulteriore conferma che il Politecnico ha ben investito negli anni sulle attività didattiche e di ricerca relative a temi finanziari ed è la dimostrazione che la preparazione offerta è molto buona. Per una buona analisi finanziaria è importante saper conoscere i numeri, ma è soprattutto importante saper conoscere le aziende e cosa c’è dietro i numeri. In questo gli ingegneri gestionali sono davvero molto bravi. Il coinvolgimento dei migliori studenti su progetti con banche e imprese andrà, peraltro, crescendo nel tempo e a breve partirà un laboratorio, molto innovativo per la realtà italiana, proprio con questo obiettivo”.
Nicolò Rolando – a nome degli studenti del Politecnico – ha dichiarato: “è stata un’esperienza lunga e intensa. Nostro primo pensiero degli ultimi 5 mesi, rispetto al quale anche l’università è passata in secondo piano ma il risultato ha pagato lo sforzo. Abbiamo imparato tanto, ma soprattutto, abbiamo toccato con mano che c’è ancora molto da imparare.”