Home News Il processo fantasma: mancano all’appello sia Ruby che Berlusconi

Il processo fantasma: mancano all’appello sia Ruby che Berlusconi

840
CONDIVIDI

Il premier, Silvio Berlusconi, ha preferito di non presentarsi al palazzo di giustizia di Milano. L’avvocato, Giorgio Perroni, ha spiegato l’assenza del premier. Ha sottolineato la sua volontà di partecipare ad ogni udienza, sempre, però, considerando quelli che sono i suoi impegni istituzionali.

In molti hanno comunque deciso di non intervenire.  Infatti, a difesa del premier, accusato di concussione e prostituzione minorile, si contavano ben 78 testimoni.
Nessuno si è però presentato. A difesa del premier per sottolineare il candore delle serate trascorse ad Arcore dovevano intervenire: i ministri Gelmini e Carfagna, George Clooney, Elisabetta Canalis, Belen, Barbara D’Urso e Cristiano Ronaldo. Gli unici, però, a essere presenti in questo “processo fantasma” sono stati i giornalisti non solo italiani ma di tutto il mondo.

È stata un’udienza lampo durata pochi minuti e conclusasi con un rinvio al 31 maggio.

Tuttavia è emerso che Karima El Maroug, in arte Ruby, non si costituirà parte civile. Decisione nata chiarisce il suo legale, Paola Bocciardo, dalle spiegazioni di Ruby. La giovane marocchina, allora ancora minorenne, non nega di essersi recata ad Arcore e di aver  frequentato il premier. Ma non si è mai prostituita. Anzi, per lei, il danno è stato mediatico perché si è creata un’immagine che non le corrisponde. Da queste affermazioni il legale del premier ha prontamente risposto. Ritenendo che la mancanza della parte civile porterà, presto, alla dimostrazione dell’estraneità del premier da entrambi i reati contestati.

1 COMMENTO

  1. benissimooooooooooooooooooooo fa bene berlusconi a divertirsi se i politici non trovano altro modo per batterlo e giusto che rimanga sempre lui-e poi quale e il leader che lo dovrebbe battere? tutti senza personalita con la faccia da camerieri?………………… e chi lo scrivi politicamente non la pensa come berlusconi ma troppo nulli i rivali allora meglio berlusconi

Comments are closed.