Home News Curiosità Colibrì e pappagalli nei giardini vaticani di papa Ratzinger

Colibrì e pappagalli nei giardini vaticani di papa Ratzinger

918
CONDIVIDI

Giardini VaticaniDai pappagalli ai colibrì fino alle raganelle, senza dimenticare tritoni e orbettini, nei giardini dove passeggia papa Ratzinger hanno trovato il loro habitat naturale parecchi animali domestici, ma anche tante specie in via di estinzione. Di tanto in tanto si vedono passeggiare anche un topo di campagna, l’arvicola terrestre, e due gatti neri.

“Nei giardini del Papa – racconta all’Adnkronos l’ispettore ecologico Beniamino Beccia – hanno trovato ricovero sicuro delle autentiche meraviglie: dagli animali domestici alle specie ormai in via di estinzione nel Lazio“. I pappagalli si sono costituiti in colonie. “Si tratta di pappagalli che sono riusciti a fuggire dalle gabbie e hanno trovato un ricovero dietro la stazione vaticana”. Qui, appunto, i pennuti variopinti hanno costituito una vera e propria comunità. Non si contano poi le altre specie di uccelli, “un patrimonio unico”, dice l’ispettore ecologico.

Tanti, dunque, gli animali che si aggirano nei giardini vaticani. “Qui vivono come in un vero e proprio Eden – afferma l’ispettore ecologico – e sono mantenuti in maniera francescana”.