Home Varie Teatro E’ scomparso l’attore napoletano Gino Maringola

E’ scomparso l’attore napoletano Gino Maringola

758
CONDIVIDI

L’attività teatrale di Gino Maringola ha coperto tutto il ’900: era nato nel 1917 ed aveva esordito come cantante d’avanspettacolo, per poi passare alla sceneggiata e poi alla commedia napoletana con Eduardo. E’ proprio con il grande De Filippo che consolida il suo successo artistico: tra i due c’era un rapporto di amore-odio, fatto di tante liti, ma anche di una profonda stima e un grande rispetto reciproci.

Interpretazioni importanti del Maringola sono quelle in Così parlò Bellavista, Operazione San Gennaro, La ragazza di Bube, Le quattro giornate, Giudizio universale, Pane amore e gelosia; e con De Filippo Uomo e Galantuomo, Le voci di dentro, Gennareniello, Il sindaco del rione Sanità, Il contratto, De Pretore Vincenzo e l’indimenticabile capolavoro Natale in casa Cupiello.

Impossibile non ricordare la scena della lettura della famigerata lettera di Tommasino Cupiello (Luca De Filippo), che esordisce con un indimenticabile «Cara matre…». Nella preghierina di Natale, “il giovane” Tommasino augura benessere, felicità e salute a tutti, cita nome per nome tutti i componenti della famiglia, tranne lo zio Pasqualino (Gino Maringola, appunto) che, per una questione di principio, vuole esserci: «Mietteme dint ’a nota della salute perché sinò stanotte ce ntussecammo Natale!»

1 COMMENTO

  1.  Si parla delle sue doti artistiche, ma il nostro cuore è triste perchè abbiamo perso una persona che volevamo bene……. e con dolore …………..abbiamo capito che era più vicino a Wojtyla ….. e un pò meno a Eduardo.
    La sua grandezza è racchiusa nella sua cristianità………, sentivamo che ci voleva bene …… e noi ne volevamo a lui. Diceva Sant’Agostino ho imparato più dagli insegnanti buoni ….. e lui lo è stato. Grazie Maestro. Dove c’è il Bene c’è Dio, e tu maestro Maringola aveva  fatto entrare Dio dentro di te. …… e per questo ringrazio Dio per il dono che ci ha fatto. Ti voglio bene Maestro, che Dio ti accolga a braccia aperte. Alessandra  

Comments are closed.