Home Viaggi Italia Germania, sale il numero delle vittime del batterio killer

Germania, sale il numero delle vittime del batterio killer

375
CONDIVIDI

È panico in Germania dove continua a salire il numero delle vittime del batterio killer. Sei le persone morte e circa 1.000 casi tra accertati e sospetti, oltre ad almeno altri cinque paesi colpiti: in Europa il bilancio dell’epidemia di E. Coli peggiora di giorno in giorno. Intanto la Commissione Ue continua a monitorare da vicino la situazione e la Spagna – principale paese sotto accusa – sospende l’attività dei due stabilimenti nelle province di Almeria e Malaga, che sono sospettate di aver distribuito cetrioli contaminati in Germania.

“L’epidemia continua”, ha commentato il direttore Reinhard Burger, dell’istituto berlinese Robert Koch, invitando i consumatori a non mangiare cetrioli crudi. Secondo quanto è emerso ieri, infatti, c’é una partita di questi ortaggi – proveniente dalla Spagna – all’origine dell’epidemia. Le autorità sanitarie spagnole hanno avviato un’inchiesta in Andalusia per stabilire l’origine della contaminazione, ma il ministro dell’Agricoltura – Rosa Aguilar – ha già detto che al momento “non c’é alcuna prova” che la contaminazione sia avvenuta “nel paese d’origine”.

La Confederazione italiana agricoltori tranquillizza i consumatori italiani sottolineando che non c’è alcun pericolo per il nostro Paese. Ma il “panico indiscriminato che si è diffuso in Germania a causa dell’epidemia rischia di danneggiare ingiustamente anche l’Italia”, ha commentato la Coldiretti.