Home Auto Kia Picanto, la rivale coreana delle citycar europee

Kia Picanto, la rivale coreana delle citycar europee

426
CONDIVIDI

Rispetto al precedente modello, la nuova Kia Picanto sa il fatto suo quanto a linea: questa citycar della casa automobilistica coreana è stata riprogettata per accattivarsi la clientela europea grazie anche alle prestazioni da vera regina della città. Ma andiamo con ordine.
La nuova Picanto dalla sua ha il design: non ricorda, infatti, neanche lontanamente nessuna delle sue rivali che sfrecciano nel traffico cittadino.
Per i designers Kia è stata un’impresa creare un’auto del tutto originale nelle forme e dai tratti unici. Sebbene misuri solo 2,38 metri di lunghezza, la Kia Picanto offre un’abitabilità interna degna di nota: sui sedili posteriori possono trovare posto senza difficoltà persone alte anche 1,80 metri e anche il pilota e il passeggero anteriore stanno comodi grazie allo spazio che è stato ricavato rispetto al vecchio modello.
Ma passiamo ai motori e alle prestazioni: a muovere la citycar coreana è un 1.0 da 69 cavalli (della stessa potenza delle rivali Aygo, C1 e 107) abbastanza silenzioso (tranne in autostrada) ed economo (4 litri circa ogni 100 km). Esiste anche una versione a Gpl ma per la città il 1.0 benzina è sicuramente sufficiente visti i già bassissimi consumi di carburante.
La Kia punta molto su questo modello, data la competitività del segmento A (quasi tutte le Case ormai hanno la loro citycar che è anche il tipo di auto più venduto) e, visto il successo della vecchia Picanto, tutto farebbe supporre che anche la nuova farà altrettanto se non meglio: la casa dagli occhi a mandorla ha previsto di venderne 12mila all’anno.
Considerando il prezzo vantaggioso, pari a 7.700 euro, la nuova Kia Picanto ha tutte le carte in regola per assicurarsi una bella fetta del mercato delle piccole.