Home News Curiosità Lars Von Trier prova a riscattarsi dopo le dichiarazioni shock

Lars Von Trier prova a riscattarsi dopo le dichiarazioni shock

539
CONDIVIDI

Non si fa attendere la “smentita” del regista danese Lars Von Trier.

Le  imbarazzanti dichiarazioni rilasciate durante la conferenza stampa a Cannes, in merito a Hitler e lo stato di Israele, avevano sollevato un polverone.

Il regista infatti, in un’intervista al quotidiano tedesco Spiegel rivela che si tratterebbe solo di un equivoco semantico: il termine nazi corrisponde semplicemente all’appellativo riservato in Danimarca a chi ha origini tedesche.

Von Trier inoltre dichiara di non essere antisemita e di aver visitato tutti i campi di sterminio e di considerare “l’Olocausto il crimine peggiore nella storia dell’umanità”.

Il controverso regista, famoso per le sue numerose fobie, non perde l’occasione, però, per lanciare un’accusa al popolo francese. Al giornalista che gli chiede come spiega la dura reazione della direzione di Cannes in seguito alle sue esternazioni ( è stato definito “persona non grata” ), risponde ” questo argomento è evidentemente molto delicato, dal momento che i francesi nel corso della loro storia si sono comportati in modo particolarmente crudele nei riguardi degli ebrei.”

Kirsten Dunst, attrice protagonista di Melancholia, il film sulla depressione presentato a Cannes da Von Trier, è stata premiata come migliore attrice.